Home»Sport»Foggia Calcio, l’intervista a Cristian Agnelli: “Serve continuità”

Foggia Calcio, l’intervista a Cristian Agnelli: “Serve continuità”

Forte della vittoria per 2 a 0 contro la capolista Casertana, ora il Foggia attende al varco l'Akragas. Il Capitano Cristian Agnelli non ha dubbi: Serve continuità.

All’indomani della schiacciante vittoria con la Casertana, il capitano del Foggia Calcio, Cristian Agnelli, non ha dubbi: serve continuità. Ecco l’intervista ai microfoni dell’ufficio stampa del Foggia:

Cristian l’obiettivo era vincere, ma soprattutto convincere. Se dicessimo che questo Foggia, contro la capolista, ha espresso davvero un gioco strepitoso non diremmo sicuramente una cosa sbagliata o un’eresia.
Si, L’obiettivo era in primis quello di vincere e farlo in questo modo ha dato un forte segnale, a loro, a noi stessi e a tutta la piazza; è stata una partita importante, dove dovevamo vincere e lo abbiamo fatto esprimendo questo gioco e preparando una partita difficile dal punto di vista tattico, mettendo però in pratica tutto quello che ci aveva detto il mister. E’ stata una partita perfetta e di fatto è finita con una vittoria.

Sul campo gli otto punti di distacco non si vedevano, anzi la capolista sembravate solo ed esclusivamente voi…
Non ci siamo fatti intimorire dal distacco di otto punti, per noi è ancora presto per guardare la classifica, ci sono ancora tante partite quindi bisogna solo pensare a vincere gara dopo gara per arrivare più in alto possibile. Poi, ripeto, gli otto punti non contano, era una partita in cui era necessario vincere, sapevamo che giocavamo contro una squadra forte e di fatti l’abbiamo preparata alla grande.

E se fosse finita quattro o cinque a zero nessuno avrebbe potuto recriminare…
Va bene anche due a zero, non mi piace essere spavaldo però è stata una partita sicuramente dominata ed è giusta la vittoria.

Una cornice di pubblico davvero spettacolare, quest’anno è davvero il pubblico dello Zaccheria il dodicesimo uomo in campo…
Assolutamente, anche se ancora non riusciamo a portarli dentro tutti, però è anche giustificato dal fatto che i risultati ancora non arrivano come vogliamo. Lunedì è stata veramente una partita importante dove abbiamo dato tutto e mi auguro che, ancora di più, vengano numerosi per sostenerci perché ne abbiamo bisogno.

Il mister a fine gara ha fatto i complimenti a tutti, da Narciso a Iemmello, compresi ovviamente tutti coloro che erano accomodati in panchina, però ha detto una cosa fondamentale: il capitano quando sta in forma può giocare da solo contro tutti.
Esagerato il mister, ma io i complimenti voglio farli in primis a chi ha dato tanto e sta giocando poco, a chi viene chiamato in causa e da tanto come l’hanno fatto Riverola e Maza, a chi soffre in silenzio e gioca poco e a chi ci permette di lavorare bene. Insomma i complimenti vanno a tutti perchè è stata una partita di carattere e di personalità. E’ chiaro che inizio a stare bene e vorrei essere in campo sempre. Questa forse è una delle mie pecche, ma noto che iniziamo a stare bene tutti e il mister farà giocare chi sta meglio, perchè ha capito che abbiamo bisogno del gruppo.

L'intervista a Cristian Agnelli, capitano del Foggia Calcio
Cristian Agnelli: il capitano del Foggia Calcio in azione

Cristian Agnelli, l’intervista al capitano del Foggia: ora c’è l’Akragas

Inutile appellarsi a ciò che è stato, ma qualche punto perso fa ovviamente un po’ rabbia, per quel che poi è la graduatoria e per quel che avete dimostrato, soprattutto nell’ultima gara casalinga, però bisogna guardare avanti e considerare ogni partita come fosse una finale: a partire da domenica sul campo dell’Akragas.
La realtà è questa: abbiamo 22 punti e dobbiamo ancora fare tanto per raggiungere il nostro obiettivo. Non come una finale, altrimenti ci giocheremmo tutto in poco tempo, ma quasi. Avere comunque la determinazione che c’è stata lunedi, la voglia, il riscatto e l’orgoglio soprattutto non deve mai mancare: Quella cosa che ti deve essere da stimolo, ogni partita, pallone dopo pallone.

E serve soprattutto una continuità per dare una svolta decisiva a questo campionato…
La continuità ovviamente fa da padrona, grazia a quella siamo riusciti a raggiungere le prime posizioni e sappiamo che è importante. Ora per rosicchiare qualche altro punto bisogna vincere. Pensare prima di tutto a noi stessi e poi agli altri.

Torniamo infine alla partita di domenica pomeriggio, che tipo di match ti aspetti? L’abbiamo detto poco fa: sarà una gara difficilissima. Da un punto di vista tecnico – tattico che tipo di gara ti aspetti?
Loro sono a mio avviso una buona squadra ed esprimono un buon calcio, però vengono da qualche risultato negativo e quindi li troveremo agguerriti e con la voglia di rivalsa, cosa che non deve mancare anche a noi. Il fatto di andare li ed imporre il nostro gioco deve essere un obiettivo e bisognerebbe sempre insistere su questo ed avere la personalità di giocare ogni partita come se fossimo in casa. Senza guardare o togliere nulla a loro, ma bisogna pensare a noi e cercare di preparare, durante la settimana, la partita nel migliore dei modi.

Il video completo dell’intervista a Cristian Agnelli è disponibile sul sito del Foggia Calcio.

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Mostre e conversazioni sul presepe alla Biblioteca di Foggia

Articolo successivo

Graziano Delrio: "Il Gino Lisa non è una priorità"