Home»Rubriche»Ritorno a scuola: come aiutare i bambini nel post-vacanze

Ritorno a scuola: come aiutare i bambini nel post-vacanze

Alcuni piccoli consigli per aiutare gli studenti in queste prime settimane di scuola, in modo che il back to school risulti il meno difficile possibile.

In questi giorni le scuole pugliesi hanno visto il rientro degli studenti nelle classi, per una lunga maratona che si concluderà solo a giugno. Il momento nel quale ci si rimette sui banchi di scuola è da sempre considerato il più pesante per gli studenti, che dopo quasi tre mesi di vacanza, necessitano di un po’ di tempo per immergersi nuovamente nella vita scolastica.

Dal punto di vista dei genitori questo è un periodo particolarmente dedicato, visto che le attenzioni da dedicare ai propri figli, specialmente quelli che frequentano ancora le scuole primarie, diventano sempre maggiori. In questa fase è anche facile che i bambini e i ragazzini siano particolarmente irascibili o di cattivo umore e spetta ai genitori accompagnarli nel percorso che conduce nuovamente alla tranquillità.

Per questo motivo è bene seguire alcuni piccoli consigli per aiutare gli studenti in queste prime settimane di scuola, in modo che il back to school risulti il meno difficile possibile.

Attenzione all’alimentazione

Nel corso delle vacanze molti degli orari cui i bambini erano abituati sono stati stravolti, soprattutto in fatto di alimentazione. Per questo motivo è bene fissare sin da subito orari compatibili con la ripresa delle attività scolastiche e bilanciare i pasti: la colazione ritorna a essere il pasto più importante della giornata, dunque è bene che sia abbondante e in grado di fornire le energie per affrontare la giornata di scuola. Assicuratevi che i vostri figli abbiano una merenda da consumare a metà mattinata, meglio se non troppo pesante: in questo caso un frutto o un dolce fatto in casa sono le soluzioni ideale, in modo che per l’ora di pranzo lo studente abbia un sano appetito. Infine la cena non dev’essere troppo pesante e possibilmente non consumata dopo le 20:00.

Anno nuovo, vita nuova

Quello che solitamente è uno dei motti che vengono pronunciati a Capodanno si applica benissimo agli studenti che rientrano a scuola. Infatti per molti di loro l’inizio della nuova annata scolastica coincide con una diversa fase della vita, con esperienze nuove e una crescita costante dal punto di vista caratteriale. Per questo dovete assicurarvi che i ragazzi si trovino a proprio agio sotto ogni punto di vista, compreso quello del look: spesso i vestiti dell’anno prima non rispecchiano più la personalità dei ragazzi, che in questa fase della vita tendono a cambiare rapidamente. Sul sito del noto e-commerce Zalando, nella pagina dedicata al rientro a scuola, scopriamo che per quest’anno sono consigliati alcuni dei grandi classici dell’abbigliamento come le righe francesi o i jeans con le toppe, ma anche qualche capo più stravagante come un impermeabile giallo o un giubbotto a fantasia dalle tinte sabbia, come quelli proposti da Benetton. Infine dovete pensare anche ad alternare i tipi di abbigliamento, magari puntando su elementi più sportivi e adatti alla vita frenetica dei ragazzi in crescita: una scelta ottimale è rappresentata dai capi Nike per bambini, un mix di comodità e qualità.

Il diario giusto

Il diario sarà il compagno di viaggio dello studente, sia quando cadranno le foglie in autunno sia quando il sole caldo dell’estate inizierà a fare capolino in classe. Per questo motivo occorre scegliere quello più adatto ai vostri figli, trovando il giusto compromesso tra le esigenze didattiche e quelle di stile. Non scegliete voi il diario dei vostri bambini ma accompagnateli nella scelta, facendo magari notare i lati positivi di un diario che sia in grado di raccogliere facilmente le informazioni per tutto l’anno, ovvero qualitativamente valido e di tendenza come quello di Smemoranda, uno dei grandi classici del settore. Ricordate che quello del diario è un investimento che si ammortizza nel corso dell’anno e che è uno strumento utilissimo sia per l’umore che per la didattica, dunque su questo punto cercate di accontentare i vostri figli.

Accompagnati a scuola? Chiedete a loro

Infine un pensiero dedicato ai ragazzini più grandicelli, quelli che entrano nell’adolescenza e che spesso richiedono a gran voce più indipendenza e libertà. Se abitate nei pressi della scuola o c’è un mezzo pubblico che consente di arrivare in modo agevole in prossimità dell’istituto, lasciate scegliere al vostro ragazzo se desidera ancora essere accompagnato a scuola e nel caso in cui preferisca recarvisi da solo non gli negate questa possibilità. È bene dimostrare la vostra fiducia ai ragazzi in questa fase di crescita, ovviamente non abbassando mai la guardia e proponendosi di tanto in tanto di accompagnarli in macchina o a piedi.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Sabato al Giordano presentazione del libro "Io e Oriana"

Articolo successivo

Incrocio di via Scillitani: dove la prepotenza regna incontrastata