Home»Politica»Conosciamo meglio Rosa Menga, la foggiana eletta alla camera con il M5S

Conosciamo meglio Rosa Menga, la foggiana eletta alla camera con il M5S

Rosa Menga si racconta: una vita tra impegno sociale e passione per la Medicina

Sono passate ormai quasi due settimane dalle ultime elezioni politiche nazionali. Tra i prossimi deputati alla camera ci sarà anche la foggiana Rosa Menga, candidata per il Movimento 5 Stelle. Menga, ha superato brillantemente il primo test in politica, battendo la candidata per il centrodestra: Michaela Di Donna.

Rosa Menga ha ottenuto ben il 49,65% delle preferenze in Capitanata, segnando così un risultato storico che ha ringalluzzito i grillini, pronti a candidarsi come valida alternativa anche alle elezioni comunali del prossimo anno.

Ma chi è Rosa Menga?

Una vita tra impegno sociale, la brillante laurea in medicina, la divertente partecipazione ad un quiz televisivo, fino ad approdare tra i banchi della politica. A raccontarci la sua storia è proprio lei, Rosa.

Buona lettura.

Sono nata e vissuta a Foggia fino ai miei 18 anni quando, dopo il diploma di maturità scientifica conseguita al Liceo Volta, mi sono iscritta a Medicina all’Universitá Campus Bio-Medico di Roma. Mi sono laureata con lode nel 2016 con un progetto tesi sperimentale sulla riabilitazione dei pazienti colpiti da ictus e sono rientrata a Foggia per prepararmi all’esame di abilitazione all’esercizio della professione e al concorso regionale per il Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale.

Il 2017 quindi è stato per me un anno di studio (ho anche seguito un corso pratico di ecografia) ma anche di ritorno agli affetti, alla mia terra e ad un pò di sano divertimento grazie alla partecipazione, insieme a mia sorella e a mio cognato, al quiz di Rai 1 “Reazione a Catena”, in cui con il nome “Gli Sfoggiati” siamo rimasti campioni in carica per 15 puntate.

Da pochi mesi, dopo aver superato il concorso, sono borsista in Medicina Generale (piccolo appunto: nel resto d’Europa é considerata una scuola di specializzazione a tutti gli effetti) e dunque, terminato il mio ruolo in ambito politico, sarò felice di tornare alla mia prima vocazione che é quella di diventare un buon medico di famiglia.”

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
1
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Scontri durante Foggia-Brescia, Daspo per 12 ultras bresciani

Articolo successivo

Lunedì torna in TV Emigratis: il programma di Pio & Amedeo