Al Parco Nazionale del Gargano si celebra la Giornata Europea delle persone con disabilità

Il Gargano sempre più accessibile con ‘E-Parks’

Foggia Reporter

Oggi, a Monte Sant’Angelo il workshop internazionale dal tema: Diversabilità ed accessibilità delle Aree Naturali Protette e dei Parchi, le opportunità del metodo “E-Parks”.

Il progetto E-parks, finanziato dal Programma Interreg V-A Greece-Italy e candidato alle Nazioni Unite come modello gestionale per la diversa abilità, è finalizzato a migliorare l’accessibilità e la fruibilità del Parco Nazionale del Gargano e del Parco di Kyllini in Grecia attraverso la realizzazione di passerelle ed info point (Foresta Umbra e Lago Varano-Località Muschiaturo), APP per la lettura ed ascolto didascalico per sordomuti e non vedenti, un manuale per operatori turistici, associazioni ed enti pubblici ed un corso internazionale di alta formazione.

Il meeting proseguirà domani con una visita a Cagnano Varano dove il Parco Nazionale del Gargano ha da poco inaugurato una passerella per disabili che consente a persone con difficoltà fisiche di accedere alla spiaggia del litorale nord, attraversando la riserva naturale. La passerella accoglie anche tabelle in braille per facilitare l’accesso e la comprensione della zona a persone con deficit visivi.

All’evento di oggi seguirà, domani 4 dicembre, la visita guidata alla passerella di accesso di Isola Varano. La due giorni si inserisce nelle attività del progetto “E-parks” (Environmental and Administrative knowledge Networks for a Better Tourist Attractiveness in Protected Natural Area), finanziato dal Programma di cooperazione territoriale Interreg Grecia-Italia 2014/2020, coordinato dall’Università di Foggia – Dipartimento di Economia e composto, da Parco Nazionale del Gargano, Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, Camera di Commercio di Arta e Università del Peloponneso.

Gli strumenti ed i casi pilota realizzati saranno presentati a marzo 2020 alla Commissione Europea ed a maggio 2020 alle Nazioni Unite a New York. Tutti gli atti confluiranno in un manuale operativo utilizzabile per migliorare l’accessibilità di altre aree naturali protette.

Nell’ambito del convegno porteranno la loro testimonianza Giuliana Berardinetti, direttore del Centro Diurno per disabili “L’Airone” di Manfredonia e Angela Costantino, presidente dell’associazione ALBATROS – Progetto Paolo Pinto, con cui l’Ente Parco ha avviato “Fondali aperti a tutti”, progetto di formazione di guide sub per non vedenti. I lavori sono coordinati da Michela Cariglia, project manager e ideatore del progetto E-parks.

Il meeting proseguirà mercoledì 4 dicembre con una visita a Cagnano Varano dove il Parco Nazionale del Gargano ha da poco inaugurato una passerella per disabili che consente a persone con difficoltà fisiche di accedere alla spiaggia del litorale nord, attraversando la riserva naturale. La passerella accoglie anche tabelle in braille per facilitare l’accesso e la comprensione della zona a persone con deficit visivi.