Attualità

Ordona, da una settimana senza possibilità di accesso ad acqua potabile. AQP: “Lavori di riparazione in corso.”

Persiste lo stato di emergenza causato dalla totale assenza di acqua potabile erogabile all’interno della disponibilità domestica dell’intera cittadinanza ordonese.

Inizialmente a seguito di un furto di cavi elettrici all’impianto di sollevamento si è verificata successivamente la rottura ad una conduttura idrica dell’acquedotto (in locazione differente dal luogo in cui è avvenuto il furto) , preposta al trasporto di acqua potabile nei comuni di Ordona, Stornara e Stornarella.

E’, infatti, ormai passata una settimana esatta, da quando nella mattinata del 23 Dicembre è stato bruscamente interrotto il servizio idrico ad Ordona, senza alcun tipo di preavviso pubblico.

I cittadini di Ordona, la piccola cittadina in provincia di Foggia, si dicono delusi ed amareggiati, ma soprattutto non più disposti a tollerare simili inefficienze per un così lungo periodo di tempo e ancora una volta nel pieno periodo delle festività, proprio quando la richiesta sarebbe maggiore.

I ritardi nel ripristino delle piene funzionalità del sistema di conduzione idrica sarebbero da ricondursi alla difficoltà da parte di Acquedotto Pugliese nell’identificare il punto esatto in cui si sia verificato il guasto, motivo che ha pertanto prolungato enormemente il periodo di interruzione idrica, con annessi disagi per i cittadini, rimasti per giorni e proprio a Natale senza possibilità di accesso alla fornitura idrica.

Sono giorni critici e spiacevoli per la cittadina di Ordona, in cui anche oggi, una nuova fornitura di acqua potabile tramite autobotte, è stata parcheggiata davanti al Municipio a partire dalle ore 11:00 di questa mattina, per poter rientrare nella piena disponibilità dei cittadini, che avranno in questo modo possibilità di rifornirsi dell’indispensabile.

Intanto, Acquedotto Pugliese questa mattina riferisce mediante sempre comunicazioni avvenute tramite segnalazioni telefoniche da parte dei cittadini, al numero di riferimento per le segnalazioni dei guasti 800.735.735, che presso l’impianto di sollevamento idrico dell’acquedotto, situato in via “Contrada S. Marchitto”, in agro di Ordona, i tecnici locali starebbero cercando da ore di risolvere un guasto segnalato tra l’altro due giorni fa da un cittadino del posto.

Il guasto in questione, sarebbe avvenuto ad una delle elettropompe sommerse collocata all’interno della colonna sotterranea in acciaio, determinando il completo allagamento della struttura che la collega al serbatoio, collocata in superficie. L’elettropompa è funzionale al sollevamento dell’acqua sino al serbatoio di accumulo, dal quale l’acqua accede così alla rete di tubazioni che la conduce in ogni punto del centro abitato.

Il guasto avrebbe prodotto dei danni alla zona circostante e soprattutto al terreno agricolo adiacente, in cui si è riversata, motivo per cui i tecnici dell’acquedotto operanti nella Provincia di Foggia sono stati chiamati ad intervenire.

Il guasto ha, infatti, causato una copiosa perdita d’acqua, segnalata due giorni fa dal Signor Leonardo Scagliozzi e notata ancor prima dal proprietario del podere adiacente in cui si è verificato lo sversamento idrico di ingenti quantità, il Signor Rocco Anzivino, che all’evidenza dei fatti ha subito allertato la municipale di Ordona per far effettuare un sopralluogo dai vigili.

In queste ore gli operatori tecnici dell’acquedotto, recatisi sul luogo, stanno cercando di capire la causa del problema, ma prima sarà necessario disporre di ulteriori tecnici, per cui è stata programmata una squadra speciale di “ricerca perdite” che si aggiungerà nella mattinata di domani ai tecnici già a lavoro sul posto, così come riferito dall’ingegnere responsabile del coordinamento dei lavori.

Noemi Di Leva

Leggi tutti gli articoli realizzati per noi da Noemi Di Leva
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock