Operazione “Far West”, criminali giovani e pericolosi: ecco i nomi degli arrestati

L'estrema pericolosità di questi giovani, dediti ad azioni delittuose di ...

Foggia Reporter

Dalle prime ore di oggi un’imponente operazione denominata “Far West” vede impegnati in arresti e perquisizioni più di cento carabinieri del Comando Provinciale di Foggia sulla costa settentrionale del Gargano, tra Cagnano Varano e Rodi Garganico. L’operazione ha portato all’arresto a diversi appartenent al nuovo gruppo criminale garganico. Ecco chi sono gli arrestati.

In manette il 21enne Matteo Bocale, considerato il leader del sodalizio criminale avente base Cagnano Varano.Il ragazzo era risultato a capo di un intenso spaccio di stupefacenti e si serviva di diversi pusher assoldati a Cagnano Varano e nei comuni vicini. Sono stati recuperati cospicui quantitativi di sostanza stupefacenti per un valore complessivo di circa 1.500 euro.

La banda di Bocale era composta da: Michele Pio Manco, di 29 anni, Alessio Di Maggio, di 23 anni, Patrizio Fini, di 27 anni e Paolo Coletta, di 20 anni. Tutti molto giovani eppure già così pericolosi e spregiudicati. Il nuovo gruppo criminale, infatti, agivano grazie al supporto del clan mafioso dei Li Bergolis-Miucci, in particolare con un loro esponente, Francesco Pio Pacilli. Arresti domiciliari, invece, per: Giovanni Fini, 24, Christian Fiorini, 31

Un gruppo pronto a tutto e a farsi spazio nel mondo criminale della Capitanata fermato questa mattina dal Comando provinciale di Foggia con la difficile operazione Far West.

I giovani arrestati sono stati responsabili di numerosi furti e una serie di atti di intimidazione con bombe ad abitazioni, negozi o furti tra Carpino, Ischitella, Cagnano Varano, e Manfredonia. Inoltre, nel corso delle indagini sono emerse alcune intercettazioni nel corso delle quali gli indagati parlando tra di loro e facendo riferimento a una boutique (Vanity boutique) da colpire dicono: «”il negozio sta pigliando soldi a morire.. c deve far campare pure a noi bastardo!..».