Home»News Foggia Calcio»Grande spettacolo al Pino Zaccheria. Foggia-Brescia termina 2 a 2

Grande spettacolo al Pino Zaccheria. Foggia-Brescia termina 2 a 2

Foggia che rischia in dieci uomini, ma porta a casa un punto

Buona prestazione da parte di un Foggia mai completamente domo. Satanelli sfortunati, con un palo e una traversa colpiti e costretti a terminare la partita in dieci uomini. Il Foggia ritrova finalmente un ottimo Mazzeo, capace di tornare al gol e fornire spunti interessanti ai suoi compagni di squadra. Partita emozionante, con due squadre che hanno dato vita ad uno dei match più belli visti in questa stagione.

Primo tempo

Match avvincente fin dai primi minuti. al 5° Mazzeo sblocca il risultato con un tocco che spiazza Andrenacci. Al 9° Foggia ancora pericoloso con Gerbo che prova un tiro dalla distanza. Palla che finisce alta alle spalle dell’estremo difensore avversario.
Al tredicesimo ancora Foggia. Deli viene ben servito da Mazzeo, ma viene fermato dai difensori bresciani.

Il Brescia parte in contropiede e riesce a far male. Tocco morbido di Torregrossa servito da Endoi. L’attaccante biancoceleste scavalca Bizzarri. Al 22° ancora un brivido per i satanelli. Calcio d’angolo per il Brescia. Bizzarri esce, ma non trattiene la sfera. Il Brescia non riesce comunque a sfruttare l’azione.

Al 25° è Galano a provarci, ma il suo tiro è strozzato e termina a lato. Pochi minuti dopo pericolo anche per Bizzarri su una conclusione di Romagnoli.

Al 35° Corini è costretto al primo cambio. Entra Mateju al posto dell’infortunato Felipe Cursio. Al 36° grossa occasione per il Foggia. Calcio d’angolo per i satanelli, Gerbo tira forte e centrale, Andrenacci ribatte. A due passi dalla porta prova a ribattere il giovane Ranieri con un semi rovesciata. Il difensore centra in pieno la traversa.

Sullo scadere del primo tempo arriva la prima ammonizione della gara. Camporese finisce sull’elenco dei cattivi.

Secondo tempo

Inizia il secondo tempo. Foggia subito pericoloso con Galano, ma la palla viene ribattuta in corner. Al 50° Foggia ancora pericoloso. Mazzeo apre ottimamente su Deli che a pochi passi dalla porta scarica un potente destro che finisce contro il palo.

Il gol del Foggia è nell’aria e arriva al 51°. Ancora Mazzeo trova Gerbo smarcato. Il centrocampista sfodera un destro formidabile dai 25 metri che si insacca all’incrocio dei pali. Andrenacci incolpevole non può far nulla.

Il Brescia non demorde e ci prova ancora. Al 58° Torregrossa scende sulla fascia e crossa per uno Spalek ben posizionato al centro dell’area di rigore. Lo slovacco a due passi dalla porta spara alto.

61° Camporese commette il secondo fallo. Il difensore era già stato ammonito nel primo tempo. Secondo cartellino giallo ed espulsione per il giocatore cresciuto nelle giovanili della Fiorentina. Grassadonia getta nella mischia Tonucci, facendo uscire Deli. Cambio anche tra le file del Brescia, entra Donnarumma ed esce Morosini.

Al 67° è il turno di Re Pietro Iemmello, il pubblico è letteralmente in delirio per il suo ingresso in campo. Esce Mazzeo che riscuote gli applausi del pubblico di casa. Grassadonia sfrutta anche l’ultimo cambio: entra il Capitano Cristian Agnelli al posto di uno stanco Galano.

Corini risponde ai cambi di Grassadonia. Fuori lo slovacco Spalek, dentro Tremolada.

Al 71° prima palla conquistata da Iemmello che si invola, ma viene fermato irregolarmente. L’arbitro concede una punizione dai 40 metri. Parte Kragl che decide di tirare. La forza c’è, ma non la mira. Il pallone finisce alto.

80° minuto, finisce sull’elenco dei cattivi anche Carraro. Punizione per il Brescia a pochissimi metri dall’area di rigore. Va Tremolada con il sinistro. Esecuzione impeccabile, Bizzarri rimane letteralmente impietrito. Il Brescia trova il pareggio e cerca la vittoria forte della superiorità numerica.

Il pareggio sta stretto al Foggia. Al 84° Gerbo trova Iemmello con un ottimo cross teso. Re Pietro va di testa, ma la palla termina alta di pochissimo. Al 86° da segnalare l’ottimo intervento di Tonucci che ferma Donnarumma pronto a ritrovarsi a tu per tu con il portiere.

Al 87° ancora Brescia. Tremolada spaventa ancora Bizzarri. Pallone che esce di un soffio alla sinistra del portiere argentino.
Il quarto uomo segnala 3 minuti di recupero. Il Foggia prova a ripartire in contropiede con Gerbo, ma l’apertura verso Kragl non ha l’effetto sperato.

Gerbo ne ha ancora e riesce a recuperare un ottimo pallone. Si invola verso l’area avversaria, ma viene steso. Punizione per i satanelli quando manca pochissimo allo scadere. Punizione affidata ai piedi del tedesco Kragl. Tiro forte e preciso del tedesco, ma Andrenacci compie il miracolo riuscendo a smanacciare.

Non c’è più tempo per battere il calcio d’angolo in favore dei rossoneri. Il match termina sul risultato di 2 a 2. Terzo pareggio consecutivo per i satanelli.

Formazioni

FOGGIA: Bizzarri, Martinelli, Camporese, Ranieri, Zambelli, Gerbo, Carraro, Deli (62′ Tonucci), Kragl, Mazzeo (67′ Iemmello), Galano (70′ Agnelli).
In panchina: Noppert, Agnelli, Tonucci, Loiacono, Iemmello, Cicerelli, Chiaretti, Rubin, Rizzo, Boldor, Busellato, Gori.
Allenatore: Gianluca Grassadonia.

BRESCIA: Andrenacci, Sabelli, Tonali, Ndoj, Spalek, Torregrossa, Cistana, Curcio (35′ Mateju), Romagnoli, Morosini (63′ Donnarumma), Bisoli.
In panchina: Alfonso, Mateju, Gastaldello, Martinelli, Donnarumma, Cortesi, Carillo, Tremolada.
Allenatore: Eugenio Corini.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Rapina aggravata: la Polizia cattura un fuggitivo

Articolo successivo

Ladri senza scrupoli: rubano perfino le calze dei morti