Home»News Foggia Calcio»Foggia-Palermo, Baiano: “A Foggia due anni indelebili. Sarà una bella partita”

Foggia-Palermo, Baiano: “A Foggia due anni indelebili. Sarà una bella partita”

Francesco Baiano, ex calciatore del Foggia ed ex allenatore in seconda del Palermo insieme a Sannino nel 2012, ha parlato del prossimo match che opporrà i rossoneri ai siciliani

Francesco Baiano, ex calciatore del Foggia ed ex allenatore in seconda del Palermo insieme a Sannino, ha parlato così del prossimo match tra le due squadre in esclusiva ai microfoni di Ilovepalermocalcio: «Foggia-Palermo? Sarà una bella partita. Sono due squadre con obiettivi diversi. Con il Palermo in serie B è normale che si possa pensare che debba fare un campionato da vertice, con il blasone che la società ha. Tedino è un allenatore molto preparato, lo conosco bene quindi so che fa giocare bene le sue squadre. Dall’altra parte il Palermo gioca contro una squadra che deve risalire, a causa della penalizzazione, ma che in casa ha fatto vedere si può giocare la salvezza. Il Foggia ha costruito un’ottima squadra quindi sarà una partita impegnativa da entrambe le parti».

Francesco Baiano, 16 reti in Serie A 1991/92

«Ricordi di Foggia e Palermo? Sono ricordi completamente diversi. Una da giocatore che per me è stato poi il trampolino di lancio. In quei due anni a Foggia ho vinto un campionato e la classifica di capocannoniere, poi l’anno dopo abbiamo sfiorato la zona UEFA per due punti. Due anni indelebili per me. A Palermo è stato un anno importante per me perché allenare in seconda con Sannino è stato importante. Palermo è una piazza importante, non abbiamo avuto la possibilità di salvarci ma probabilmente se il presidente ci chiamava un mese prima, anche se nel calcio i “se” contano poco, potevamo avere la chance di poterci salvare. L’impatto di Sannino al ritorno è stato importante ma il divario probabilmente era pesante.

Signori con Baiano e Rambaudi
0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Operatori 118 Puglia senza stipendio da mesi, è rivolta. Sciopero della fame a Mattinata

Articolo successivo

Questioni meridionali, assalto al sud

Nessun commento

Lascia un commento