Home»News Foggia Calcio»Foggia-Carpi 4-2. Spettacolo ed emozioni allo Zac, buona la prima di Grassadonia

Foggia-Carpi 4-2. Spettacolo ed emozioni allo Zac, buona la prima di Grassadonia

Il Foggia inizia nel migliore dei modi il campionato superando 4-2 il Carpi allo Zaccheria

Il Foggia inizia nel migliore dei modi il campionato superando 4-2 il Carpi allo Zaccheria.

Mai in discussione la gara, con i rossoneri padroni del campo sin dalle prime battute nonostante le numerose assenze. Qualche brivido nel finale, con il Foggia ormai sazio sul 4-0. Buona la prima per i rossoneri.

Le reti: vantaggio rossonero al 22′ grazie ad un colpo di testa di Camporese. Al 50′ il raddoppio di capitan Loiacono, cinque minuti dopo il tris realizzato da Tonucci. Al 62′, il 4-0 firmato da Cicerelli. Nel finale, le due reti ospiti con Mokulu e Jelenic.

FORMAZIONI UFFICIALI

Tantissime le assenze in casa rossonera. Grassadonia è costretto a rinunciare a Mazzeo, Galano, Iemmello, Deli, Gerbo e Agnelli. Prima gara in partite ufficiali per Busellato, Cicerelli e Chiaretti.

FOGGIA: Bizzarri, Martinelli, Camporese, Tonucci, Loiacono, Busellato, Carraro, Kragl, Cicerelli, Chiaretti, Gori.
In panchina: Sarri, Noppert, Ranieri, Cavallini, Boldor, Arena, Ramè.
Allenatore: Gianluca Grassadonia.

CARPI: Colombi, Suagher, Frascatore, Sabbione, Pezzi, Mokulu, Piu, Pasciuti, Jelenic, Pachonik, Di Noia.
In panchina: Pasotti, Colombo, Buongiorno, Concas, Piscitella, Ligi, Vano, Van Der Heijden, Arrighini, Saric, Barnofski, Fantacci.
Allenatore: Enrico Bortolas.

PRIMO TEMPO

Dopo tre minuti primo pericolo per la porta di Colombi. Kragl lascia partire un mancino insidioso dai venti metri che impensierisce il portiere emiliano. Buon ritmo imposto dagli uomini di Grassadonia, che prendono subito in mano le redini del gioco.

Al 22′ arriva il vantaggio: calcio di punizione dalla sinistra di Kragl e colpo di testa vincente di Camporese che svetta di prepotenza e supera Colombi sul primo palo. Un minuto dopo Kragl prova l’eurogol ma il suo sinistro finisce di un soffio a lato. Il tedesco ci riprova su calcio di punizione al 26′, trovando l’opposizione di Colombi. Bizzari non deve correre alcun rischio, anzi è ancora il Foggia pericoloso al 32′ con Gori.

Il talentino viola, generosissimo, penetra in area di rigore dopo un tunnel ai danni di Sabbione ma calcia timidamente tra le braccia di Colombi. La prima frazione di gioco si chiude con un destro dalla distanza di Jelenic che si spegne di poco alto sopra la traversa della porta difesa da uno Bizzarri spettatore non pagante nella circostanza.

40253636 276709386269250 2815126079256133632 N

SECONDO TEMPO

Non cambia lo spartito del match nemmeno nella ripresa. Al 50′ arriva il raddoppio: Chiaretti serve deliziosamente Gori, che appoggia per l’accorrente Loiacono, la cui conclusione non irresistibile beffa ancora Colombi. 

Passano cinque minuti ed arriva il 3-0 con gli uomini di Grassadonia ormai sulle ali dell’entusiasmo. Calcio d’angolo di Kragl ed inserimento prepotente di Tonucci. A segno tre dei quattro difensori in campo oggi. Gara archiviata, e Foggia che si esalta sulle ripartenze con le sgroppate di Chiaretti e Cicerelli. Proprio Cicerelli, al 62′, trova il poker e la prima rete in maglia rossonera. Il numero 17 si accentra e  lascia partire un destro angolatissimo, imprendibile per Colombi.

Al 65′ c’è gloria anche per Bizzarri, che compie un grande intervento sul sinistro da fuori area di Jelenic. Tre minuti dopo il Carpi accorcia le distanze con Mokulu, abile a battere a rete a porta vuota dopo la respinta goffa di Bizzarri sul destro del solito Jelenic. Grassadonia inserisce Ranieri per Cicerelli, che esce in campo tra la standing ovation del pubblico.

Al 74′ Kragl lascia a bocca aperta pubblico e avversari quando supera un avversario con un colpo di tacco e serve Gori tutto solo a centro area. L’attaccante rossonero sciupa la ghiotta occasione. Kragl prova a far tutto da solo un minuto più tardi con un sinistro dei suoi, ma questa volta Colombi si oppone. All 81′ il Carpi trova anche la seconda rete con Jelenic che approfitta del calo di tensione della retroguardia rossonera.

Nel finale, c’è spazio anche per Ramè al posto di Busellato, tra i migliori in campo. Termina la partita con il Foggia che ottiene tre punti fondamentali che permettono ai rossoneri di accorciare la penalizzazione e portarsi a -5 in classifica.

 

 

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Operazione "Agosto di fuoco": duro colpo alla criminalità garganica

Articolo successivo

Trovato in possesso di un'arma: arrestato