Home»News Foggia Calcio»Derby di Puglia: Risultato Foggia Lecce

Derby di Puglia: Risultato Foggia Lecce

Allo Zaccheria termina 2 a 2

Allo Stadio Pino Zaccheria di Foggia va in scena la nona giornata del Campionato BTK: ad affrontarsi sono Foggia e Lecce, nel tanto atteso derby di Puglia. Arbitro del match Gianluca Aureliano della sezione di Bologna che ha già diretto il Foggia in 5 occasioni.

Grande spettacolo sugli spalti da parte delle curve, presente anche una buona rappresentanza di pubblico salentino accorso allo Zaccheria per l’occasione.

Il Foggia scottato dopo il 2 a 0 esterno con il Cosenza, cerca a tutti i costi di conquistare la vittoria. In settimana sono tanti i giocatori intervenuti in sala stampa per confermare l’impegno. Primo fra tutti Galano che ha riconfermato la voglia di riscatto da parte dei satanelli.

Primo Tempo

In campo si rivede dal primo minuto il capitano Cristian Agnelli che carica i suoi prima dell’ingresso in campo. Squadre che si studiano nei primi minuti di gara. Al quindicesimo il Foggia trova coraggio e si presenta per la prova volta nell’area di rigore avversaria.

Martinelli poco dopo salva il portiere su un cross al veleno di La Mantia. sugli sviluppi del conseguente calcio d’angolo Meccariello prova ad andare di testa ma spara alto alle spalle di Bizzarri. Al 18° Gerbo ci prova con l’esterno, ma la palla si alza senza impensierire Vigorito.

Al 19° grande occasione da gol per La Mantia che non riesce a metterla dentro a due passi dalla porta avversaria. Al 21° calcio d’angolo per il Foggia, si libera Mazzeo che non riesce però a dare potenza nè precisione alla sfera che termina abbondantemente al lato della porta difesa da Vigorito.

Al 22° ci prova Kragl che suona la carica. Smarca un difensore salentino a fa partire un gran sinistro. Vigorito riesce a respingere in due tempi. Lo Zaccheria si fa sentire.

AL 30° Deli viene messo a terra. Aureliano concede calcio di punizione. Parte Kragl, lo specialista dei calci piazziati. Il tedesco fa partire un sinistro fortissimo rasoterra. Vigorito riesce a bloccare la sfera senza troppi problemi. Al 32° prova a ripartire il Lecce con Pettinato, ma Martinelli riesce ad anticiparlo in bello stile.

Al 37° Mazzeo prova a lanciare di testa Deli, Vigorito capisce tutto e blocca. Al 39° Kragl fa partire un sinistro dai 40 metri. Palla forte, ma non precisa che termina ancora una volta al lato, alle spalle dell’estremo difensore salentino. Al 42° ci prova Galano con un passaggio filtrante all’interno dell’area di rigore, ma viene intercettato da Arrigoni.

Al 44° Deli sblocca il risultato. Gerbo recupera un pallone a metà campo, scarica su Agnelli che apre per Deli. Il centrocampista fa partire un destro imprendibile che si insacca in rete dopo aver toccato il palo alla destra di Vigorito. 1 a 0 per il Foggia.

Duplice fischio da parte di Aureliano che manda tutti a bere un thè caldo.

Secondo Tempo

Il secondo tempo parte con uno squillo di Carraro al 48°, Tiro da fuori area che termina alto. Al 49° calcio di punizione per il Foggia da zona defilata. Parte Kragl che imbecca Mazzeo. Mazzeo la sfiora, ma non riesce ad imprimere la giusta forza. Niente da fare per i rossoneri.

Il Gol di Tonucci

Al 51° raddoppio del Foggia con Tonucci che fa partire una botta poderosa dalla distanza, su suggerimento dell’ottimo Agnelli. Niente da fare per Vigorito. Il Foggia si porta sul risultato di due reti a zero.

Atmosfera calda, Liverani si sbraccia e chiede più grinta da parte dei suoi. Al 54° punizione per il Lecce. Parte Mancosu che con un rasoterra riesce a sorprendere Bizzarri sul suo palo. Si riapre il derby.

Al 59° Deli manda in porta Galano, ma il guardalinee segnala un fuorigioco millimetrico. Protesta Galano.
Al 63° grande occasione da gol per Mazzeo che vince un rimpallo in maniera fortuita. Vigorito si trovava la palla tra le braccia senza che il centravanti abbia il tempo di tirare.

Al 64° Grassadonia richiama in panchina Agnelli e getta nella mischia Busellato. Ottima prestazione per il capitano, artefice di entrambi gli assist in occasione delle reti di Deli e Tonucci. Al 67° secondo campo per Grassadonia, esce il giovane Ranieri ed entra Loiacono.

Cambio anche in casa Lecce, Liverani inserisce un attaccante, Palombi. Si alza il baricentro del Lecce. Al 70° buon cross per La Mantia, Bizzarri esce e ci mette i pugni. Al 74° arriva il pareggio del Lecce con La Mantia.

Cross deviato, La Mantia se la trova sul sinistro e a due passi dalla porta non sbaglia. Grassadonia sfrutta il terzo cambio: dentro Boldor, mentre Liverani mette dentro un terzino al posto del capitano Lepore.

Al 77° ci prova ancora La Mantia, brivido per il Foggia. Bizzarri riesce a respingere con un grande intervento. Il Foggia appare visibilmente stanco. Squadre molto lunghe, Mazzeo prova ad aprire sull’altra fascia, ma sbaglia clamorosamente. Bordata di fischi per il bomber che sembra ormai lontano dalle prestazioni a cui aveva abituato il pubblico di casa nelle scorse stagioni.

Ultimo cambio anche per Liverani, esce l’autore del secondo gol La Mantia, entra al suo posto il centrocampista Tabanelli. Al 87° occasione per Galano che viene chiuso dai difesori, tiro strozzato che termina alto.

Al 88° ci prova dalla distanza Deli. Stanchezza che si fa sentire anche per il centrocampista. Palla che finisce abbondantemente fuori. Il quarto uomo segnala quattro minuti di recupero.

Deli viene toccato in modo irregolare. Punizione in zona Kragl. Il tedesco si alluga il pallone, riesce comunque a calciare. Tiro potente, ma centrale. Nessun problema per Vigorito.

Sullo scadere ci prova Galano, ma manca di lucidità. Al 95° punizione per il Lecce. Parte Mancosu, ma la palla termina sulla barriera. Non c’è più tempo, Aureliano fischia e il derby di puglia si conclude sul risultato di 2 a 2.

Formazioni

Foggia. Bizzarri; Ranieri, Agnelli, Tonucci; Carraro, Deli, Gerbo, Martinelli, Kragl; Mazzeo, Galano.

Lecce: Vigorito; Fiamozzi, Meccariello, Marino, Calderoni; Petriccione, Arrigoni, Scavone; Mancosu; La Mantia, Pettinari.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Primo tempo Foggia-Lecce: Satanelli in vantaggio grazie a Deli

Articolo successivo

Luigi Oberty: l'uomo che riprogettò Foggia

Nessun commento

Lascia un commento