Cultura e territorio

Lucera e il suo incantevole Palazzo D'Auria Secondo: un gioiellino nel centro storico

Le varie cittadine e i tanti paesi della Capitanata sono veri e propri scrigni di grandi tesori, tra questi meritano di essere conosciuti e visitati gli antichi palazzi dei centri storici, custodi di beni artistici e di tante storie legate alle famiglie di un tempo. Questa volta vi parliamo del meraviglioso Palazzo D’Auria Secondo di Lucera.

Questo palazzo è uno degli edifici privati più antichi della città di Lucera, fondato nel corso del 1500 su antichi ruderi romani e medievali. La cittadina di Lucera è ricca di numerosi palazzi edificati dalle famiglie nobili della città.

Questo antico e nobile palazzo lucerino apparteneva, fin dalla fine del 1400, alla famiglia D’Auria. In quel periodo Tommaso d’Auria fu ricevuto in udienza dal Re Ferdinando d’Aragona, essendo sindaco di Lucera.

Una famiglia nobiliare importante quella dei d’Auria di Lucera, menzionata nel lontano 990 in un’antica pergamena dell’archivio dei benedettini di Cava dei Tirreni.

Dopo i D’Auria, si susseguirono diversi proprietari, ci furono i Secondo, i Marotta e infine la famiglia dei Folliero.

Durante la fine del XIX secolo, l’avvocato Vincenzo Folliero, fece decorare le incantevoli volte a scodella del piano nobile del palazzo lucerino con preziosi dipinti a tempera.

Il palazzo nobiliare che sorge nel cuore della città di Federico II di Svevia subì, però, la sua trasformazione più importante nel 1963 ad opera della famiglia Secondo.

Ora il piano nobile dell’antico palazzo ospita le camere di un Bed & Brekfast, le cui camere sono impreziosite da stupendi disegni liberty e arredi d’antiquariato.

Ogni anno, nelle stanze dell’antico palazzo di Lucera, vengono allestite interessanti mostre di pittori e fotografi del nostro territorio e non solo.

Fonte: Foggia.zon – Palazzodauriasecondo.it

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock