Cultura e territorio

La statua di “Maria di Nazareth” all’Incoronata di Foggia nel 1998

Il 18 Aprile del 1998 il “Santuario Madre di Dio Incoronata” di Foggia, in via del tutto eccezionale, ospitò la famosa statua di “Maria di Nazareth”, in occasione della Peregrinatio Mariae Mondiale.

La statua venne esposta presso la Basilica minore per consacrare alla Madonna tutti coloro i quali quell’anno accorsero presso Borgo Incoronata, per ammirarla o pregarla.

Secondo la tradizione cristiana, quel giorno la Madonna avrebbe prontamente accolto tutte le folle nel suo Cuore Immacolato, per risvegliare le anime agnostiche, che rifiutano tutte le richieste di conoscenza spirituale o mistica, ad un profondo desiderio di conversione, in occasione del Giubileo del 2000.

La statua, interamente realizzata in legno di tiglio e decorata con colori ad olio, fu opera dello scultore italiano di arte sacra Gregor Vincenzo Mussner, che ritrasse la Vergine “in attesa” ed intenta a scendere di fretta i gradini, per portarsi in aiuto della cugina Elisabetta (Luca 1,39).

Commissionata, secondo precise indicazioni, all’artista altoatesino, originario di Ortisei, in provincia di Bolzano, l’opera risultò subito dalla bellezza inconsueta e rasserenante.

Secondo la tradizione cristiana, infatti, durante il processo di conversione giocherebbe un ruolo determinante l’evento che predispone alla conversione stessa, anche se nella maggior parte dei casi questo è riconducibile ad una malattia. In altri casi la conversione giunge dopo un periodo di ansia, di preoccupazione riguardo al futuro, nei momenti più travagliati della vita, proprio quando l’individuo necessita più di ogni altra cosa di speranza.

La Peregrinatio Mariae Mondiale fu un’intuizione profetica di un frate cappuccino delle Marche, di nome Padre Giovanni Maria Leonardi, da Loreto (AN).

Il frate era solito incitare spesso i fedeli affinché pregassero la Madonna di Nazareth per una ri-evangelizzazione dell’Europa, al fine di riportare il fervore della fede laddove se ne sia persa traccia. 

La vita del frate fu, infatti, dedicata a diffondere la Missione Mariana Mondiale (=M.M.M.): associazione no-profit, che si prefiggeva come obiettivo principale quello dell’evangelizzazione attraverso la rete, proprio per sua particolare devozione alla Madonna di Nazareth.

Egli, infatti, oltre ad essersi reso promotore della Peregrinatio ed ideatore dell’associazione no-profit, fondò anche www.santafamigliatv.it un portale web cristiano che si propone di diffondere il messaggio della fede attraverso internet, dimostrandosi perfettamente al passo coi tempi.

(La Web TV di sua iniziativa, è una televisione non commerciale realizzata con una programmazione ampia, che sappia spaziare dalle catechesi, agli eventi culturali, passando per i filmati sulla vita dei santi e le omelie illustrate.)

Il 26 Settembre 1997 a Gerusalemme il Rev.mo Padre Custode di Terra Santa, P. Giuseppe Nazzaro, dava il suo pieno assenso all’iniziativa e incaricava lo stesso Padre Giovanni Maria Leonardi, affinché procedesse nel porre in essere la “Peregrinatio”.

La “Peregrinatio” di Maria di Nazareth, dunque, ebbe inizio dalla Basilica dell’Annunciazione a Nazareth l’8 Marzo 1998, per poi raggiungere subito dopo l’Italia, per la Solennità dell’Annunciazione, avvenuta il 25 Marzo a Loreto (AN).

La “Peregrinatio” della Madonna prevedeva che la statua facesse il giro del mondo, visitando a partire dal 15 Aprile 1998, giorno della sua incoronazione da parte di Sua Santità Giovanni Paolo II, in Piazza San Pietro, le principali capitali mondiali, per poi concludere il suo viaggio nel Natale 1999, con il suo definitivo ritorno a Betlemme.

L’iniziativa, di carattere mondiale, dunque, fu voluta e patrocinata dalla Custodia di Terra Santa, che custodisce il Santuario di Nazareth, in gemellaggio con il Santuario mondiale della Santa Casa di Loreto (in provincia di Ancona), che, secondo la tradizione, è parte dell’abitazione della Vergine, costituita da una grotta scavata nella roccia e da una camera antistante.

La statua in quel periodo visitò ben 35 Nazioni, passando per Egitto, Argentina, Uruguay, Brasile, Paraguay, Bosnia, Albania, Macedonia, Bulgaria, Malta, Turchia, Romania, Russia, Stati Uniti, Canada, Bielorussia, Polonia, Rep. Ceca, Slovenia, Croazia, Spagna, Portogallo – Fatima, Svizzera, Congo, Colombia, Austria, Australia, India, Taiwan, Siria, Libano, Giordania, Israele, Italia, Città del Vaticano.

“Maria di Nazareth”, settimana in settimana, avrebbe così incontrato tutti i popoli, attraversando ben cinque continenti, sempre sotto la supervisione di Padre Giuseppe Maria Leonardi, il quale accompagnò la statua dal 1998 al 2000 in tutto il globo.

Così come scrisse il P. Custode di Terra Santa: <<Maria di Nazareth partendo dalla Sua città, il fiore della Galilea, e passando di Nazione in Nazione, di Capitale in Capitale, di Cattedrale in Cattedrale, durante gli anni 1998 e 1999, risveglierà le coscienze assopite, scuoterà gli intelletti dubbiosi, rinvigorirà gli animi di quanti sono deboli nella fede, perché Ella è la Madre che sa intervenire, come a Cana di Galilea, al momento giusto gli uomini e donne di questo fine millennio. La presenza di Maria di Nazareth in giro per il mondo, la Donna nuova, rinnoverà il mondo. Lei, la Donna della resurrezione, farà risorgere quanti sono assopiti o lontani dal Suo Figlio. Sarà Lei la guida che condurrà gli uomini all’accettazione del messaggio di Gesù. Sarà Lei che trascinerà le folle, durante il Grande Giubileo del 2000, alla conversione.>>

Secondo la tradizione cristiana, infatti, la devozione alla Madonna rappresenta un bisogno spontaneo del vero cristiano, così come è per un bambino un bisogno spontaneo quello di stare vicino alla mamma, soffrire per la sua lontananza e non fare nulla senza di lei.

Infine, una volta passata dal Santuario Madre di Dio Incoronata la statua di Maria di Nazareth sarebbe poi giunta a Bari, dove vi sostò dal 19 al 26 Aprile 1998, nella Chiesa di Sant’Antonio da Padova, in Piazza Luigi di Savoia.

Fonti: Manifesto del 1998 “La Peregrinatio mondiale di Maria tocca Foggia, la nostra città”; “mariadinazareth.org/italiano/storia.htm”; “http://mussner.info/“; “http://immaginettemariane.blogspot.com/2016/04/maria-di-nazareth-basilica.html”; “http://www.mussner.info/maria_di_nazareth.html”; ; “https://santuarioloreto.it/la-santa-casa-da-nazareth-a-loreto/ “.

Noemi Di Leva

Leggi tutti gli articoli realizzati per noi da Noemi Di Leva

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock