Crediti Foto: Alberto Mangano manganofoggia.it

Foggia e le sue fontane storiche, un patrimonio storico da custodire

C'era un tempo in cui Foggia veniva chiamata "la città delle fontane"

Foggia Reporter

Foggia – C’era un tempo in cui Foggia veniva chiamata “la città delle fontane“, visto il cospicuo numero di fontane pubbliche che costellavano le strade della città. Anno dopo anno, però, l’acqua ha smesso di zampillare, e le fontane pubbliche si contano sulle dite di una mano. Oggi vogliamo percorrere con voi un vero e proprio viaggio tra le storiche fontane di Foggia.

La più antica tra le fontane di Foggia è sicuramente la bellissima fontana del Sele, conosciuta anche come fontana dell’Acquedotto Pugliese, e detta comunemente fontana di piazza Cavour.

Inaugurata nel lontano 21 marzo 1924, alla presenza del Sacro Tavolo della Madonna dei Sette Veli, questa storica fontana fu costruita su progetto dell’ing. Cesare Brunetti, in cemento armato e rappresentante una stella marina a cinque punte.

La fontana del Sele doveva rimanere in città solo per l’inaugurazione dell’Acquedotto. Dopo l’evento doveva essere smantellata per far posto ad una fontana monumentale in bronzo e marmo che, però, non fu più realizzata, permettendo alla fontana del Sele di diventare il simbolo della città di Foggia.

Fontana Del Sele

Un’altra celebre fontana è la fontana delle tre fiammelle, detta anche fontana di piazza del Lago. Questo slargo è legato al culto della patrona della città, la Madonna dei sette veli, di cui si celebra la festa il 22 marzo di ogni anno. La leggenda narra che due pastori videro aleggiare in un piccolo pantano (oggi rappresentato dal pozzo), che affiorava proprio nell’attuale piazza, tre fiammelle. Incuriositi si avvicinarono e scoprirono una tavola di legno avvolta da sette veli.

Ripulita la tavola dalla melma, i due pastori riconobbero l’effige della Madonna e la portarono nell’antica osteria “Taverna del Gufo”, che presto divenne un vero e proprio luogo di pellegrinaggio per venerare la Vergine.

Foggia piazza del lago

Rimaniamo nel quartiere Cattedrale e raggiungiamo piazza Federico II, dove possiamo ammirare la fontana di Pozzo Rotondo. Quella che vediamo è un’opera, fatta costruire in epoca fascista, che riprende le forme e le decorazioni di quello che doveva essere l’antico pozzo medievale e che faceva parte del palazzo federiciano.

Foggia pozzo rotondo

Famosissima è anche la caratteristica fontana della stazione, collocata sul piazzale Vittorio Veneto, antistante la stazione ferroviaria di Foggia. Progettata dai tecnici del genio civile e realizzata in pietra di Trani lucidata, fu inaugurata il 15 novembre 1953, dopo i devastanti bombardamenti della Seconda guerra mondiale.

Ritorniamo però nel cuore della città, in piazza XX settembre, per dare uno sguardo alla fontana dell’omonima piazza. Questa fontana fu progettata da Mario Soro e per quest’opera, la Giunta Comunale di Foggia nel 1982 deliberò un encomio all’artista ed una medaglia d’oro a testimonianza della proficua dedizione dimostrata nei confronti della città di Foggia.

Fontana Piazza Xx Settembre

Per ora il nostro viaggio tra le fontane storiche della città termina qui, ma continueremo il nostro viaggio tra le strade e le piazze foggiane per scoprire e riscoprire la nostra città.

Fonte: manganofoggia.it