Foggia: “Medici preparati e infermieri del Riuniti mi hanno salvato la vita”

"Vivo grazie ai medici e infermieri del Riuniti"

Foggia Reporter

Foggia – Un foggiano dopo esser stato colpito da un infarto ha voluto ringraziare pubblicamente i medici e gli infermieri degli Ospedali Riuniti di Foggia che gli hanno salvato la vita. Ecco la sua lettera.

“È a distanza di poco più di un mese che con commozione e gratitudine intendo ringraziare tutti gli angeli che il 19 luglio con prontezza e professionalità hanno fatto si che io potessi rimanere su questa terra insieme alla mia famiglia e soprattutto insieme ai miei bambini di 4 e 9 anni.

Erano le otto di un giorno qualunque, appena due ore prima avevo salutato con un bacio mia moglie e i miei figli ed ero andato al lavoro. Mentre lavoravo all’improvviso un peso sul petto, le braccia che diventano sempre più pesanti, sudore freddo. I miei colleghi ed oggi più che mai amici, capiscono che qualcosa non va, allertano il 118 che arriva in zona Asi in poco più di dieci minuti.

L’infermiera a bordo dell’ambulanza mi sottopone ad un elettrocardiogramma che invia direttamente al cardiologo di turno dott. Ieva. In codice rosso mi ritrovo in 5 minuti nella sala operatoria della UTIC dove mi praticano un stant coronarico in anestesia locale.

Ancora incredulo e spaventato mi riportano in stanza e per tutta la settimana preparatissimi medici e infermieri umani e rassicuranti si prendono cura di me fino al giorno della dimissioni. Vi ringrazio tutti, per sempre grato”.