A Foggia si frigge sempre ma attenzione a non inquinare: ecco dove smaltire l’olio

Adesso non potete più dire: "Non lo sapevo!"

Foggia Reporter

Foggia – A Foggia si frigge tanto ma si inquina anche molto, è giusto sapere dove buttare l’olio alimentare da cucina dopo aver preparato le nostre tradizionali pietanze fritte, scagliozzi, pettole, cartellate e le altre specialità golose tipiche di Foggia.

Le buone pratiche si diffondono e devono farlo perché, per chi non lo sapesse, buttare l’olio alimentare da cucina nel lavandino o nello scarico del wc, non è una pratica innocua: questa abitudine ha gravi conseguenze sull’ambiente.

Bastano, infatti, pochi litri di olio esausto per contaminare milioni di litri di acqua. Cerchiamo, con piccoli e semplici gesti, di preservare il mare e i suoi abitanti.

Condividiamo l’appello dei volontari della TrashChallenge Foggia su dove buttare l’olio dopo aver cucinato.

A Foggia non esiste un’isola ecologica ma dei cittadini comuni, che amano l’ambiente e hanno dato vita a un centro di raccolta autogestito.

Lo trovate in via Gramsci 20, all’entrata del campo da Baseball della città. Non ci sono orari perché c’è il custode. Anche BioArpi prende l’olio alimentare esausto e lo trovate in via Vincenzo Gioberti 44.

Quindi, nonne, mamme, zie, zii, papà, nonni che friggete tanto per il bene della comunità, fateci anche il favore di raccogliere l’olio che utilizzate, accumulatelo, e portatelo in via Gramsci o da BioArpi Coop.