Home»Eventi»Ultima passeggiata sotto le stelle a Chieuti

Ultima passeggiata sotto le stelle a Chieuti

Dopo la pausa estiva, torna l'evento 'E quindi uscimmo a riveder le stelle': prossima tappa, Chieuti

Dopo la pausa estiva, torna l’evento ‘E quindi uscimmo a riveder le stelle’: prossima tappa, Chieuti

Torna, dopo la pausa di agosto, il progetto SAC TratturArte – Alto Tavoliere con la visita evento “E quindi uscimmo a riveder le stelle – Giallo a Chieuti”, che si svolgerà domenica 9 settembre, dalle ore 20.00 alle 22.00, nel centro storico di Chieuti. Si tratta dell’ultimo appuntamento della tipologia ‘Passeggiate sotto le stelle’, percorsi culturali che invitano a scoprire e a gustare lentamente il fascino nascosto di alcuni luoghi dell’Alto Tavoliere, attraverso itinerari inediti rivolti sia ai turisti che ai cittadini a cui si offre la possibilità di ‘sentire con occhi diversi’ e riscoprire i propri luoghi.

“E’ una emozionante passeggiata guidata – dichiarano il Sindaco avv. Francesco Miglio e l’Assessore avv. Celeste Iacovino, referente del progetto SAC per i Comuni dell’Alto Tavoliere – , che si snoderà nel piccolo borgo di Chieuti, alla ricerca dell’antico manoscritto di Mons. Giovanni Andrea Tria. Un giallo, un libro scomparso e tanti indizi da raccogliere. L’itinerario coinvolgerà il visitatore in evocative atmosfere e lo renderà protagonista di performance e di incontri con strane presenze…Iniziativa all’insegna del noir e in linea con le dinamiche del giallo d’autore”.

La partecipazione all’evento è gratuita, fino al raggiungimento di massimo 40 ospiti. Prenotazione obbligatoria contattando il numero telefonico 380.9020728 (Segreteria del progetto SAC TratturArte Alto Tavoliere). Sarà possibile effettuare la prenotazione da martedì 4 a venerdì 7 settembre, dalle ore 16.00 alle 20.00, e sabato 8 settembre, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 20.00.

Punto di raduno: piazza IV Novembre, Chieuti.

L’iniziativa rientra nel ciclo di appuntamenti organizzati dal progetto SAC TratturArte – Alto Tavoliere, di cui il Comune di San Severo è ente capofila, finanziato con Delibera CIPE 92/2012 -A.P.Q. rafforzato “Beni e Attività Culturali” – FSC 2007/2013 – Scheda 49 – “Interventi materiali ed immateriali di valorizzazione dei beni di maggiore rilievo territoriale storico culturale”. RUP (Responsabile Unico del Procedimento) è la dott.ssa Elena Antonacci, Direttrice del MAT Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo. Il soggetto aggiudicatario per la gestione dei servizi relativi il progetto ‘SAC TratturArte – Alto Tavoliere’ è la ditta Archeologica s.r.l.

Il progetto SAC TratturArte, partito lo scorso settembre 2017, proseguirà fino al 31 dicembre 2018 nei Comuni di San Severo, Torremaggiore, Apricena, Serracapriola, Poggio Imperiale, San Paolo Civitate e Chieuti, e si compone di una serie di iniziative culturali realizzate all’insegna di un approccio di tipo esperienziale per la valorizzazione, promozione e conoscenza del territorio dell’Alto Tavoliere, caratterizzato dal comune denominatore costituito dal Tratturo Regio Foggia – L’Aquila. Finalità principale è quella di consentire ad un pubblico quanto più diversificato possibile (bambini, adulti, utenza specializzata, turista e/o cittadino visitatore) di sperimentare nuove forme di conoscenza, guidati da esperti nell’ambito dell’arte e dell’architettura, della storia, dell’archeologia, del teatro e della didattica/comunicazione dei beni culturali, nonché guide turistiche abilitate, con il proposito di creare un’offerta turistica del territorio del SAC con stagionalità flessibili.

Per conoscere in modo dettagliato il progetto SAC TratturArte – Alto Tavoliere, i luoghi di attuazione, le attività in programma e il team operativo, è possibile consultare il sito web dedicato www.sactratturarte.it.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
1
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Foggia calcio, Floriano rescinde e va al Bari

Articolo successivo

Arrestati due uomini, dopo un lungo inseguimento