Home»Eventi»SAC Traturarte a San Paolo di Civitate

SAC Traturarte a San Paolo di Civitate

“ON AIR Arte e musica in libertà – NULLA SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, TUTTO SI TRASFORMA”, a San Paolo di Civitate

Martedì 31 luglio “ON AIR Arte e musica in libertà – NULLA SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, TUTTO SI TRASFORMA”, a San Paolo di Civitate

Quarto evento previsto dal progetto SAC TratturArte – Alto Tavoliere rientrante nella tipologia “On Air”, un’innovativa forma di valorizzazione dei luoghi d’arte dell’Alto Tavoliere che si propone di portare la street art in luoghi caratteristici e insoliti, attraverso l’esibizione dal vivo in varie forme (graffiti, live painting, proiezioni, ecc.) di artisti contemporanei, con l’accompagnamento ritmato di luci e suoni. Martedì 31 luglio, dalle ore 20.30 alle 22.30 circa, nel Chiostro del Museo Archeologico di San Paolo di Civitate, si svolgerà l’appuntamento “ON AIR Arte e musica in libertà – Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”.

Sac Trarturarte A San Paolo Di Civitate
Sac Trarturarte A San Paolo Di Civitate

“Da una legge della chimica – dichiara il Sindaco avv. Francesco Miglio – prende forma una serata all’insegna del mutamento. La trasformazione di un semplice blocco di pietra che si eleva a emblema di un popolo del passato con gli occhi del presente. Un corpo in movimento che racconta dell’inarrestabile scorrere del tempo. Le scelte di vita che ti fanno fermare, che stimolano, che ti pongono interrogativi, che fanno agire. Il mondo fisico che non è mai nella posizione che aveva un secondo prima. Sono solo alcuni dei temi dell’evento, in uno scenario in cui tutto ciò che osserverete muterà di continuo”.

Nel corso della serata Pasquale Vaira, in arte Pax, si esibirà in un live sculpture ispirandosi alle stele daunie del VII secolo a.C., tipiche del territorio di Tiati, l’antico insediamento daunio a nord dell’attuale San Paolo di Civitate. E la pietra rivelerà gradualmente, sotto gli occhi del pubblico, motivi geometrici e le tipiche mani con le dita arcuate che caratterizzano la produzione delle stele daunie teatine. La partecipazione all’evento è gratuita. Prenotazione obbligatoria contattando il numero telefonico 380.9020728 (Segreteria del progetto SAC TratturArte Alto Tavoliere). Sarà possibile effettuare la prenotazione da lunedì 23 a venerdì 27 luglio, dalle ore 16.00 alle 20.00, e sabato 28 luglio, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. Punto di raduno: Museo Archeologico, Piazza Padre Pio, San Paolo di Civitate.

Pax, alias Pasquale Vaira, è un artista di origini foggiana. Le sue sculture in bronzo e pietra sono un ponte tra il passato e il futuro, figure moderne ma riconoscibili e piene di significato ed emozioni. I suoi quadri sono esplosioni di colori e natura. Le sue poesie sono meditazioni. Dalla prima mostra collettiva a Londra nel 2010 alla personale a Pietrasanta nel 2017 passando per performance e premi, Pax è evoluto in stile e dialettica ma rimane l’ardore del sogno che l’ha portato a lasciare il lavoro nella City per lo scalpello. Info: www.paxvaira.com

L’iniziativa rientra nel ciclo di appuntamenti organizzati dal progetto SAC TratturArte – Alto Tavoliere, di cui il Comune di San Severo è ente capofila, finanziato con Delibera CIPE 92/2012 -A.P.Q. rafforzato “Beni e Attività Culturali” – FSC 2007/2013 – Scheda 49 – “Interventi materiali ed immateriali di valorizzazione dei beni di maggiore rilievo territoriale storico culturale”. RUP (Responsabile Unico del Procedimento) di TratturArteView&Animation è la dott.ssa Elena Antonacci, Direttrice del MAT Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo. Il soggetto aggiudicatario per la gestione dei servizi relativi il progetto ‘SAC TratturArte – Alto Tavoliere’ è la ditta Archeologica s.r.l.

Il progetto SAC TratturArte, partito lo scorso settembre 2017, proseguirà fino al 31 dicembre 2018 nei comuni di San Severo, Torremaggiore, Apricena, Serracapriola, Poggio Imperiale, San Paolo Civitate e Chieuti, e si compone di una serie di iniziative culturali realizzate all’insegna di un approccio di tipo esperienziale per la valorizzazione, promozione e conoscenza del territorio dell’Alto Tavoliere, caratterizzato dal comune denominatore costituito dal Tratturo Regio Foggia – L’Aquila. Finalità principale è quella di consentire ad un pubblico quanto più diversificato possibile (bambini, adulti, utenza specializzata, turista e/o cittadino visitatore) di sperimentare nuove forme di conoscenza, guidati da esperti nell’ambito dell’arte e dell’architettura, della storia, dell’archeologia, del teatro e della didattica/comunicazione dei beni culturali, con il proposito di creare un’offerta turistica del territorio del SAC con stagionalità flessibili

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

L’arte in scena è opera divina, tra musica sacra e Rossini

Articolo successivo

Nove foggiani arrestati

Nessun commento

Lascia un commento