Home»Eventi»Questioni meridionali, il programma della seconda giornata

Questioni meridionali, il programma della seconda giornata

Sabato 10 è il giorno di Gianmaria Testa, il cantautore piemontese scomparso recentemente dopo una lunga lotta contro il cancro che l’ha strappato al mondo della musica a 57 anni.

Dopo l’intenso incontro con Suad Amiry continua Questioni Meridionali.

Sabato 10 è il giorno di Gianmaria Testa, il cantautore piemontese scomparso recentemente dopo una lunga lotta contro il cancro che l’ha strappato al mondo della musica a 57 anni. A ricordarlo presso l’Auditorium s. Chiara, h 21.00 sarà ‘Da questa parte del mare’, un reading musicale di Gabriele Zanini, voce recitante, accompagnato da Pietro Verna alla chitarra e Giovanni Chiapparino alla fisarmonica, entrambi musicisti di estrazione jazz. Chitarra, voce, piano e fisarmonica aiutano il pubblico ad avvicinarsi e scoprire i grandi successi dell’artista e ad ascoltare le sue indimenticabili parole sul tema delle migrazioni, della vita, della verità. Un piccolo e intenso percorso fatto di sorrisi, emozioni, bellezza. Definito un cantautore letterario. Nato da una famiglia di agricoltori Testa aveva abbandonato il mestiere di capostazione per dedicarsi a tempo pieno alla musica. Apprezzatissimo in Francia per quello strano gioco del destino che lo legava a Paolo Conte a cui veniva spesso accostato, Testa è stato tra i primi a raccontare con la musica il tema delle migrazioni moderne. ‘Da questa parte del mare’, è infatti il titolo di un album riflessivo e privo di demagogia sui popoli in fuga, tra deserti e mari e il senso di sradicamento a qualsiasi latitudine che gli è valso la prima Targa Tenco.

programma-2-giornata

Alle 19.00 presso il Fuori Squadro in vico Arco Contini, Mara Mundi, giornalista e blogger di letteratura per l’infanzia, presenterà il suo libro Mi chiamo Danilo e faccio domande (Aracne, 2016). A moderare l’incontro sarà la giornalista Stefania Labella. Il libro è dedicato a Danilo Dolci, poeta, scrittore, educatore nonviolento, che ha operato in Sicilia a partire dagli anni Cinquanta del secolo scorso e fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 1997. Si è seduto in cerchio con contadini, pescatori, anziani, donne, bambini a parlare insieme di mafia, banditismo, disoccupazione, analfabetismo. Candidato più volte al Nobel per la pace, considerato da molti il Gandhi d’Occidente, Danilo Dolci è più che mai attuale: ha ridato parola agli ultimi e ha sognato un mondo nuovo costruito collettivamente e dal basso.
Fumetti e musica saranno al centro della terza giornata.

Domenica 11 dalle 19.30 al Cenè sarà di scena ‘Anubi’ (Grrrz, 2015) di Marco Taddei e Simone Angelini che ha vinto il premio come miglior fumetto del 2015 per i lettori di Repubblica XL. A seguire alle 22.00, concerto live di Maldestro e Gnut tra i protagonisti della scena musicale napoletana.
Al Teatro Umberto Giordano la chiusura di Questioni Meridionali sabato 17 h. 21.00, affidata a Parole Note Live, un nuovo e suggestivo dialogo tra musica e poesia.
Questioni Meridionali è #daquestapartedelmare

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

9 Settembre 1923, il Foggia giocava la sua prima partita ufficiale

Articolo successivo

Maltempo, esonda fiume Candelaro tra San Marco in Lamis e San Severo