Home»Eventi»Le poesie della tradizione natalizia foggiana al Carmine Vecchio

Le poesie della tradizione natalizia foggiana al Carmine Vecchio

Martedì 29 dicembre è in programma un reading poetico di "Letture e poesie della tradizione sul Natale a Foggia", di e con Maria Pia Tavano

Il Carmine Vecchio apre le porte al teatro. Martedì 29 dicembre è in programma un reading poetico di “Letture e poesie della tradizione sul Natale a Foggia”, di e con Maria Pia Tavano. L’evento si inserisce nel cartellone di “Porte aperte al Carmine Vecchio”, manifestazione che ha già visto la mostra di Nicola Liberatore “Contemporaneo e barocco” ed il concerto di Natale con l’ensemble Camerata Mvsica Antiqva.

Da sempre appassionata ed interprete della tradizione dialettale locale sui palchi dei teatri cittadini, in “Letture e poesie della tradizione sul Natale a Foggia” Maria Pia Tavano proporrà una serie di testi tratti da Lepore, Il Grande e Ruggiero, recuperati grazie al sito www.manganofoggia.it. Dopo molti anni di collaborazione con il Piccolo Teatro, attualmente Maria Pia Tavano, insieme con Genny Ruotolo, è animatrice del progetto itinerante “Teatro e musica” che sta girando a Foggia ed in provincia.

Fino al 16 gennaio 2016 sarà inoltre possibile visitare la mostra “Contemporaneo e barocco”, tutti i giorni (24-25-26-31 dicembre 2015 e 1 gennaio 2016 chiuso), dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 18 alle 20.

“Porte aperte al Carmine Vecchio” è una manifestazione organizzata e promossa dall’Arciconfraternita del Carmine Vecchio e ha come obiettivo quello di restituire centralità alla Chiesa più antica di Foggia, attraverso una serie di iniziative culturali capaci di stimolare e influenzare la rinascita del quartiere e della città, in un momento di estremo disagio sociale, di difficoltà economica e di smarrimento spirituale.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Morese: un concorso fotografico contro vandali e incivili

Articolo successivo

Landella, appello contro i furti di cavi di rame: "Il Governo intervenga"