Home»Eventi»Monteleone: il 13 agosto va in scena la sagra del caciocavallo, cicatijell e acc’

Monteleone: il 13 agosto va in scena la sagra del caciocavallo, cicatijell e acc’

Per il ventottesimo anno di fila, torna la sagra di Monteleone di Puglia

Per il ventottesimo anno di fila, torna la sagra di Monteleone di Puglia

Ogni anno il 13 agosto a Monteleone di Puglia in provincia di Foggia, prende vita la tradizionale Sagra del caciocavallo, cicatijell e acc’, appuntamento da ventotto anni imperdibile per alcune migliaia di persone che puntualmente riempiono Piazza Municipio.

Sagra Monteleone Di Puglia
Sagra Monteleone Di Puglia

A farla da padrone nel Comune di più alto della Puglia a 847 metri s.l.m., il caciocavallo, formaggio con una lunghissima tradizione, lavorato a mano nelle aziende zootecniche locali. Ad accompagnare il “re della tavola monteleonese”, uno dei piatti tipici del piccolo centro del Subappennino: cicatijell e acc’ (cavatelli col sedano). La degustazione è accompagnata da buon vino e da musica dal vivo. L’evento gastronomico è organizzato dall’Amministrazione Comunale e della locale associazione turistica per valorizzare, promuovere il territorio e far conoscere i sapori, la qualità e la genuinità del formaggio più antico del mondo. La sagra per la sua tipicità è tra le più importanti e le più antiche manifestazioni di gastronomia del comprensorio.

Monteleone di Puglia è pronta ancora una volta con la sua ospitalità ad accogliere emigranti, turisti, visitatori e buongustai provenienti dalla Daunia, dall’Alta Irpinia, dal Sannio, dal Melfese e dalla non lontana Bari. La sagra si svolge nell’incantevole scenario di Piazza Municipio, il cuore di Monteleone. L’obelisco del ‘500, la casa comunale, le dimore signorili, i portali in pietra, il Monumento ai Caduti fanno da cornice all’evento e pongono in evidenza la bravura secolare dei maestri scalpellini di Monteleone. L’aria salubre, la vicinanza di numerosi e fitti boschi, le ampie e gradevoli vallate, l’acqua sorgiva, la genuinità dei prodotti tipici e la dolcezza di questo borgo, rappresentano oggi un valido motivo per cominciare a porre Monteleone di Puglia, insieme alle altre zone del Subappennino, tra gli itinerari turistici alternativi al mare.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
1
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Lorenzo Sepalone premiato anche al Festival 'Inventa un film' di Lenola

Articolo successivo

Gallucce e Pedeje