Home»Eventi»Monteleone di Puglia torna ad “infiammarsi” in occasione del gran Falò di San Giuseppe e della festa di tutti i papà.

Monteleone di Puglia torna ad “infiammarsi” in occasione del gran Falò di San Giuseppe e della festa di tutti i papà.

Il comitato organizzatore aspetta tutta la comunità locale

In occasione della festività di San Giuseppe, domenica 19 marzo alle ore 19.00, l’associazione turistica Pro Loco Monteleone e l’Amministrazione Comunale, organizzano la tradizionale festa popolare con l’accensione del Falò di San Giuseppe in Piazza Municipio.

L’obelisco del ‘500, la casa comunale, le dimore signorili, il murales in onore delle rivoltose, i portali in pietra e il monumento ai caduti di Vito Pardo faranno da cornice all’evento. Saranno bruciati arbusti, fascine e frasche. Il richiamo al fuoco, alla veglia e alla tradizione popolare è da sempre molto sentito nella piccola ma amena cittadina dauna. Un tempo, a solo qualche chilometro dal centro abitato, passava l’antica via herculia e il tratturo regio Pescasseroli – Candela. Le pire di legno fin dai tempi antichi il giorno di San Giuseppe, patrono dei falegnami, venivano accese in segno propiziatorio e servivano ad ingraziarsi le forze della natura, indicavano la fine dell’inverno, dei rigori meteorologici, l’inizio della primavera, l’avvento della stagione dei raccolti e la rinascita della natura. Ogni anno il 19 marzo la comunità monteleonese attorno al fuoco riscopre e rivive in maniera sobria ma sentita le origini contadine, il patrimonio etnico-antropologico e culturale dei suoi avi, i profumi e i sapori del passato. Il comitato organizzatore aspetta tutta la comunità locale, tutti gli amanti del gusto e non, al gran Falò, per condividere e degustare insieme fino a tarda sera caciocavallo, fagioli, salsiccia, bruschette, zeppole e vino.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Tortino di melanzane con panna e mozzarella

Articolo successivo

Via Gandhi cambia look