Home»Eventi»La foggiana Gianna Fratta prima donna a dirigere il Concerto di Natale al Senato

La foggiana Gianna Fratta prima donna a dirigere il Concerto di Natale al Senato

Per la prima volta una donna, Gianna Fratta, a dirigere il tradizionale Concerto di Natale a Palazzo Madama

La XX edizione del tradizionale concerto di Natale al Senato, uno degli appuntamenti istituzionali e musicali più importanti in Italia, vede per la prima volta sul podio di Palazzo Madama una donna.
Sarà la direttrice d’orchestra pugliese Gianna Fratta a guidare i quasi 150 musicisti che domenica prossima, 18 dicembre, saranno i protagonisti di un concerto tra i più attesi e seguiti del Paese.
Preceduta dai più grandi nomi del panorama artistico nazionale e internazionale – Andrea Bocelli, Mariella Devia, Barbara Frittoli – e da direttori come Riccardo Muti, Daniel Oren, Lorin Maazel, Gianna Fratta è la grande novità dell’edizione 2016.
Direttrice d’orchestra pugliese e artista impegnata in tutto il mondo alla guida di orchestre prestigiose, spesso come prima donna, Fratta ha conquistato negli ultimi anni consensi che l’hanno portata ad essere uno dei direttori italiani più apprezzati a livello internazionale.

Il programma di domenica, dopo l’Inno nazionale ed europeo, prevede l’esecuzione di brani classici – Ouverture del Barbiere di Siviglia, di Nabucco e Intermezzo di Cavalleria Rusticana -, di brani jazz e canti natalizi, tra cui I got Rhythm, Silent night, Jingle Bells.
Nell’Aula di Palazzo Madama l’orchestra e il coro del Sistema Nazionale delle Orchestre giovanili oltre a due solisti d’eccezione, il grande trombettista Paolo Fresu e Paola Turci.

Emozionante anche la presenza del Coro delle Mani Bianche, composto da bambini con disabilità acustiche che interpreteranno alcune delle canzoni con un linguaggio gestuale, indossando guanti bianchi. Il Coro delle Manos Blancas è eccezionalmente diretto dalla venezuelana Naybeth Garcìa, tra le fondatrici e ideatrici dei cori delle mani bianche in tutto il mondo.
Gianna Fratta e gli altri artisti si esibiranno a titolo gratuito e il ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto in beneficenza.

Nell’Aula di Palazzo Madama, che domenica prossima si trasformerà in sala da concerto, saranno dunque circa 150 i musicisti provenienti da tutta Italia diretti da Fratta alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella, del Presidente del Senato Piero Grasso, che introdurrà le esibizioni col tradizionale discorso, dei senatori e delle alte cariche dello Stato.
Il concerto sarà trasmesso integralmente in diretta su Rai Uno e in Eurovisione dalle 12.20 alle 13.25.

Foggia, 14 dicembre 2016.

Foto per MAG – Il direttore d’orchestra Gianna Fratta

Breve biografia di Gianna Fratta:

Decide di diventare direttore d’orchestra a nove anni e da allora intraprende e completa col massimo dei voti la sua formazione accademica in pianoforte e composizione, oltreché in direzione d’orchestra con lode.
Inizia giovanissima la sua carriera pianistica vincendo numerosi concorsi nazionali e internazionali che la portano ad esibirsi nei teatri più importanti del mondo in città come Berlino, New York, Tel Aviv, Mumbay, Kolkatta, Istanbul, Stoccolma, Vilnius, Haifa, Roma, Seoul, Montevideo, Buenos Aires e tante altre in tutto il mondo.
Il suo debutto come direttore d’orchestra avviene nel 1998 e da allora lavora con importanti orchestre in molti casi come prima donna.
Tra le principali i Berliner Symphoniker, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, la Sinfonica di Macao (Cina), la Mimesis del Maggio Musicale Fiorentino, l’ORT di Firenze, l’Orchestra dell Teatro Petruzzelli, la Royal Academy di Londra, l’Orchestra della Fondazione Toscanini di Parma, la Nuova Scarlatti di Napoli, la Russian Simphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di Sofia e di Kiev, la Sinfonica di Greensboro e la Dubuque Simphony Orchestra (USA), l’Orchestra de l’Ile de France, la Prime Orchestra di Seul (Corea), l’Orchestra Filarmonica di Montevideo, la Sinfonica di Sanremo, L’Aquila, Bari, Lecce, l’Orchestra del Teatro Nazionale di Belgrado, Maribor, Skopje e molte altre in tutto il mondo.
Pupilla del grande direttore russo Yuri Ahronovitch, egli scrive di lei “Non ho mai conosciuto un direttore così giovane e già così dotato di cuore e di braccio”.
Suona e dirige nei più importanti teatri del mondo (Carnegie Hall di New York, Teatro Coliseo di Buenos Aires, Teatro Solis di Montevideo, Seoul Art Center di Seoul, Smetana Hall di Praga, Teatro Sao Pedro a San Paolo del Brasile, Teatro dell’Opera di Roma ecc.), collaborando con i più importanti artisti del panorama internazionale.
E’ titolare della cattedra di elementi di composizione al Conservatorio di Foggia, visiting professor alla Sungshin University di Seul (Corea) e tiene regolarmente lecture e master class in molte università nel mondo.
E’ laureata in giurisprudenza e discipline musicali.
Oltre alle numerose incisioni discografiche per Velut Luna, Bongiovanni, Amadeus, Nea et Antiqua, Gianna Fratta é protagonista di documentari e reportage che raccontano la sua attivitá e la sua vita, tra cui “Per la mia strada” prodotto da Rai Cinema e premiato dalla Presidenza della Repubblica.
Il 7 marzo 2009 è insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica italiana per i risultati da lei ottenuti in campo internazionale come pianista e direttore d’orchestra.

 

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
10
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Manfredonia, pranzo medievale di Natale nel fossato del Castello

Articolo successivo

Il Festival dei Monti Dauni ospita lo Small Ensemble di Biondini, Tosques e Balducci