Home»Eventi»Giornata internazionale delle donne, le iniziative a Foggia

Giornata internazionale delle donne, le iniziative a Foggia

La scena politica, sindacale, ma soprattutto culturale, artistica foggiana accende i riflettori sull’8 marzo

La Festa della Donna in tutte le sue sfumature. La scena politica, sindacale, ma soprattutto culturale, artistica foggiana accende i riflettori sull’8 marzo. Una serie di iniziative nate e sviluppate per rafforzare il ruolo della donna nella società. Vediamole da vicino.

“Donne resistenti” è il titolo dell’evento promosso dalla Cgil di Capitanata per giovedì 8 marzo. Il Teatro del Fuoco, a partire dalle ore 9, aprirà i cancelli agli studenti e le studentesse di alcuni istituti scolastici di Foggia, per proiettarli in un percorso tra storia e attualità, “dalla lotta per la libertà alla difesa dei diritti di ieri e di oggi”. Approfondimenti tematici e non solo: sono in programma anche proiezione di alcuni video e le performance degli attori del Teatro della Polvere, impegnati in un monologo contro la violenza di genere.

L’Assessorato alle Politiche Sociali di via Fuiani, punta tutto sulla conoscenza del Centro Antiviolenza del quale verrà presentato il sito disponibile online all’indirizzo  www.centroantiviolenza.fg.it. La giornata sarà caratterizzata anche da numerosi incontri di sensibilizzazione presso gli Istituti superiori della città: le giovani generazioni verranno coivolte in un bando di concorso per l’ideazione del logo del Centro Antiviolenza. Inoltre, sempre su iniziativa dell’assessorato dall’8 marzo i pub e pizzerie della città di Foggia che hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione esporranno nei propri locali un’opera dell’artista Maria Giovina Russo, che rappresenterà il tema della violenza.

Alle 12 di domani con una cerimonia promossa dal Comune l’area pubblica situata all’incrocio tra Viale Ofanto e Via Silvio Pellico, avrà una nuova denominazione: sarà  “Largo Donne vittime di violenza”. Il Sindaco Landella ha accolto la proposta presentata dalla Presidente della Consulta comunale Parità e Pari Opportunità, la consigliera Ilaria Mari, che aveva fatto propria l’istanza della rappresentante di Confindustria Foggia in commissione, Daniela Eronia. Una idea che deriva anche dalle sollecitazioni rivolte a tutti i Comuni italiani da Maria Pia Ercolini, che ha creato nel 2012 il gruppo Facebook “Toponomastica Femminile.

Giovedì 8 marzo, Donne in Rete di Foggia aderisce allo sciopero globale delle donne “WETOOGETHER” con una giornata di prevenzione sul rischio di violenza nei rapporti di coppia. Dalle ore 11,00 alle ore 14,00 e dalle 16,00 alle 20,00, porte aperte dell’associazione, in via Emilio Perrone n.35, a tutte le donne che, “volendo acquisire informazioni utili ad aiutare un’amica, una sorella, una madre o se stesse, possono ritirare Disamorex, kit salvavita. Ne parleremo insieme – fa sapere l’associazione – per confrontarci o acquisire informazioni e per prevenire sia la violenza fisica che psicologica, molto spesso sottovalutata perché subdola e, quindi, difficile da riconoscere”.  Disamorex, ideato dall’Associazione Donne in Rete di Foggia, in collaborazione con l’associazione Logos e il CPO dell’ordine forense di Foggia, è uno strumento fondamentale per aiutare le donne di ogni età ad acquisire la consapevolezza sulle situazioni a rischio di violenza

Da Foggia a Monte S.Angelo: Alle storie di donne e mafie in Puglia è dedicata la prima giornata del Teatro Civile Festival copromosso da Legambiente e Libera. Si comincia alle 18.30, nella sala conferenze delle clarisse, con un incontro intitolato “Il Coraggio delle Donne” e le storie di Luisa Lapomarda e Rosa Guerra Ciavarrella  – madri che  chiedono verità e giustizia per i giovani figli vittime di lupara bianca – e i racconti di Daniela Marcone e dell’associazione Gruppo Donne Tilak. Alle 20.30 uno spettacolo composto di tre brevi monologhi teatrali messi per la prima volta in scena dall’attrice pugliese Giusy Frallonardo. “Fat(t)e di Mafia” mette al centro la resistenza e la resilienza delle donne. Un racconto che parla di Puglia, di criminalità, di sopraffazione e della capacità di reagire che hanno le donne, ad una vita che non hanno scelto e che le ha schiacciate e le ha travolte.

La sanità: si inaugura giovedì 8 marzo l’ambulatorio dedicato alle pazienti affette da cardiomiopatia da stress, coordinato dal Direttore della Struttura di
Cardiologia Universitaria – Utic del Policlinico “Ospedali Riuniti” di Foggia, Prof. Natale Daniele Brunetti.  In occasione dell’Open Day dedicato alla Festa della Donna, che si terrà giovedì 8 marzo 2018, presso l’ambulatorio dedicato alla cardiomiopatia da stress sarà possibile effettuare gratuitamente una visita, un elettrocardiogramma, un ecocardiogramma ed esami ematochimici per un migliore inquadramento della patologia e per una programmazione del
follow up. L’ambulatorio sarà accessibile alle pazienti affette da cardiomiopatia da stress dalle ore 9.00 alle ore 15.00 dell’8 marzo.

Nel mese dedicato alle donne Musica Civica porta in scena “Donne che non si arrendono”. Domenica 11 marzo, alle 11, al Cineteatro Adriatico di Vieste e alle 18 al Teatro Giordano di Foggia, due eventi interamente dedicati al tema della violenza di genere. Entrambi i palcoscenici saranno caratterizzati dalla conversazione con Alessia Sorgato, l’avvocato penalista da sempre impegnata al fianco delle donne vittime di violenza.   A seguire lo spettacolo teatrale e musicale con Lorenzo Flaherty, Stefania Benincaso e  l’Ensemble Musica Civica.

Fonte: teleradioerre

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Droga:operazione GdF Foggia,otto arresti

Articolo successivo

Storie di donne e di coraggio: quando a Foggia le proteste erano rosa