Home»Eventi»Fucacoste e cocce priatorjie: avvertenze dell’amministrazione comunale

Fucacoste e cocce priatorjie: avvertenze dell’amministrazione comunale

A venti giorni dall’evento più atteso della Puglia, consigli utili per godere al meglio delle iniziative della giornata

Mancano 20 giorni alla grande ricorrenza dei “Fucacoste e cocce priatorjie” (Falò e teste del purgatorio), l’evento che l’1 novembre di ogni anno porta migliaia di persone a Orsara di Puglia. La macchina organizzativa, però, è già in piena attività e, ovviamente, coinvolge appieno anche le forze dell’ordine.

Proprio dalla Stazione dei Carabinieri di Orsara di Puglia arriva un invito ai visitatori che giungeranno a Orsara di Puglia giovedì 1 novembre, quello di arrivare in paese già dal mattino o, al più tardi, entro il primo pomeriggio. Arrivare prima nel borgo, infatti, permette un più agevole flusso e una migliore sistemazione nelle aree parcheggio per gli autoveicoli in entrata. L’Amministrazione comunale attiverà un servizio navetta, utile soprattutto per quanti dovranno lasciare la propria auto a una certa distanza dal centro storico una volta che le aree parcheggio in paese avranno esaurito la propria disponibilità. “Naturalmente, facciamo nostro e condividiamo pienamente le osservazioni che giungono dalle forze dell’ordine”, ha dichiarato il sindaco Tommaso Lecce.

A differenza delle scorse edizioni, quest’anno il campo sportivo non potrà essere utilizzato come area camper poiché sono in corso i lavori per il rifacimento della struttura. “L’ideale è arrivare dal mattino e, magari, pernottare in paese la notte dell’1 novembre, così da poter godere di ogni aspetto di un evento che, negli ultimi 10 anni, complessivamente, ha portato a Orsara di Puglia almeno 200mila persone provenienti da ogni parte d’Italia e da tanti paesi del mondo”. Il record di presenze si registrò nel 2014, quando il weekend lungo e la diretta di Rai 1 fecero giungere in paese circa 40mila persone in due giorni. Dal 2007 a oggi, è cresciuto in modo esponenziale anche l’interesse per le peculiarità di un’usanza antichissima: oltre 100 testate giornalistiche si sono occupate della notte dei Falò e delle teste del purgatorio, tra queste la BBC inglese.

Il paese sarà animato già dal mattino dell’1 novembre, con l’apertura dell’Info Point, le visite guidate, il Laboratorio di intaglio delle zucche e una serie di attività che inizieranno alle ore 10 e animeranno i luoghi più belli del centro storico orsarese. Il laboratorio delle zucche sarà aperto anche nel pomeriggio, così da permettere ai tanti bambini che arriveranno accompagnati dai propri genitori di cimentarsi, in tutta sicurezza e guidati da personale esperto, nella tecnica dell’intaglio. Già dal mattino, vie, piazze e case del borgo saranno addobbate da centinaia di lanterne arancioni di ogni forma. Alle 19 il paese sarà attraversato da spettacoli itineranti di giocoleria, mangiafuoco e trampolieri che annunceranno l’accensione di tutti i falò. Dalle 20, saranno attivi i punti di ristoro per i visitatori che vorranno provare i sapori e le pietanze tipiche di Orsara. Su Twitter, saranno tre gli hashtag ufficiali dell’evento: #fucacoste #Orsara e #1novembre. L’avvenimento sarà seguito anche attraverso le pagine facebook “Comune di Orsara di Puglia”, “Orsara Eventi”, “Io Amo i Monti Dauni” e “Daunia Press Tour”.

Fotografi, travelblogger e videomaker saranno in giro, tra le vie del borgo, per immortalare i momenti più significativi della “notte più luminosa dell’anno”. Sul sito internet ufficiale del Comune di Orsara di Puglia (www.comune.orsaradipuglia.fg.it) un’intera sezione è dedicata a info, contatti e indicazioni per la grande ricorrenza dei Fucacoste.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Montecorvino e la sua torre che incuriosisce tutti - Around Capitanata #3

Articolo successivo

Sono stati trovati in possesso di 22 kg di marijuana: arrestati

Nessun commento

Lascia un commento