Home»Cultura e territorio»Festa della Montagna: un’escursione alla scoperta del piccolo borgo di Celle di San Vito

Festa della Montagna: un’escursione alla scoperta del piccolo borgo di Celle di San Vito

Cogliete l'occasione della tradizionale "Festa della montagna" per immergervi totalmente nella natura del nostro territorio

Domenica 14 ottobre il caratteristico borgo di Celle di San Vito ospiterà la tradizionale “Festa della Montagna“organizzata dalla sezione foggiana del CAI (Club Alpino Italiano) che permetterà a tutti di scoprire e riscoprire questo piccolo borgo della daunia, il più piccolo dei Monti Dauni, situato sull’alta Valle del Celone.

La scoperta di Celle di San Vito, “Cèlle de Sant Uite” o “Vite” in lingua francoprovenzale, il cui nome deriva dagli antichi eremi duecenteschi, occupati dai monaci presso il Monte San Vito, rappresenta l’occasione per immergersi totalmente nella natura del nostro territorio.

Ciò che colpisce subito di questo gioiellino dei Monti Dauni sono lussureggianti distese di verde, con intorno boschi di faggi e grandi querceti. Anche la pietra delle case e delle chiese ha un fascino suggestivo che porta in una dimensione diversa. «La Festa della Montagna per noi del CAI Foggia rappresenta un’occasione per rilanciare e valorizzare i Monti Dauni e i tanti Borghi che in tutti questi anni ci hanno accolto: quest’anno ci è sembrato importante portare alla ribalta il più piccolo di tutti, Celle di San Vito, in lingua francoprovenzale Célle de Sant Uite, che insieme a Faeto custodisce l’unica minoranza franco provenzale in Puglia», queste le parole del presidente del CAI Foggia, Ferdinando Lelario.

Il programma prevede l’arrivo in Piazza Magrone alle ore 9.30 e dopo i saluti di benvenuto da parte del sindaco Maria Giannini, verrà visitato il borgo antico e inizierà un’escursione naturalistica nel bosco, in direzione di Faeto, sul Sentiero Frassati. Al ritorno, in un ampio spazio vicino ad un parco giochi, dietro il campo sportivo dove i bambini potranno divertirsi, saranno allestite grandi tavolate per il pranzo. Il menù prevede bruschetta contadina e tranci di pizza cellese, minestra di legumi, salsiccia alla brace e formaggi; dolci, vino e acqua.

L’Associazione invita i partecipanti a portare posate e bicchieri personali per evitare l’uso di plastica monouso.
La quota di partecipazione è di 10 euro per gli adulti e di 5 euro per i bambini fino a 12 anni; il contributo sarà investito nella valorizzazione del territorio, al fine di salvaguardando e diffondere le grandi bellezze del Tavoliere, dei Monti Dauni e del Gargano.

Per maggiori informazioni visitare il sito web: www.caifoggia.it

 

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Guardia di Finanza: il generale Vito Augelli visita le Fiamme Gialle di Vieste

Articolo successivo

L'attesa "Sagra del Pancotto & Vino - CcchiuFort" slitta di una settimana