Home»Eventi»Essere Gigione. L’Incredibile storia di Luigi Ciaravola a Foggia

Essere Gigione. L’Incredibile storia di Luigi Ciaravola a Foggia

Proiezione del film oggi al Cineporto di Foggia alle ore 19:00 e 21:00. Presenti in sala il regista Vestoso e Gigione, che saranno protagonisti di un talk

Ritorna a Foggia la rassegna sul cinema documentario “Realtà.doc”. Il primo appuntamento della quarta edizione è per Giovedì 15 Marzo, con la proiezione del documentario Essere Gigione. L’Incredibile storia di Luigi Ciaravola.

Italia, 2015. Recatevi in un qualsiasi paesino campano, abruzzese, molisano, lucano, laziale, e fate girare voce che nella piazza si esibirà Gigione. In pochi minuti una diaspora di gente occuperà la piazza, mandando in tilt le strade collaterali, straripanti di auto in coda. Bancarelle di souvenir, zucchero filato e frittura di pesce si disporranno lungo il perimetro che circonda il palco…”

La regia è del beneventano Valerio Vestoso. Protagonista è Luigi Ciaravola, in arte Gigione: popolarissimo e amatissimo cantante, protagonista da più trent’anni – con i suoi successi che ondeggiano tra il sacro e il profano, tra il doppio senso e la devozione – delle feste di piazza e delle sagre paesane di tutta l’Italia Meridionale e non solo. Film prodotto da Camillo Esposito per Capetown Film, con il sostegno del Mibact.

Proiezione del film alle ore 19:00 e 21:00. Nell’intervallo tra le due visioni il regista Vestoso e Gigione – entrambi presenti in sala- saranno protagonisti di un talk, condotto da Alessandro Licusati, di Radio Nova Ions.

Rassegna realizzata da Apulia Film Commission, finanziata dalla Regione, al fine di promuovere iniziative per la diffusione della cultura cinematografica in Puglia. Direzione artistica del regista Luciano Toriello e di Annalisa Mentana. Ingresso libero. Cineporto (km 2,00 str. prov. per San Severo).

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Il "Re dei Crocesi"

Articolo successivo

Delegazione argentina a San Giovanni Rotondo durante la visita del Papa