Home»Eventi»Mostre e conversazioni sul presepe alla Biblioteca di Foggia

Mostre e conversazioni sul presepe alla Biblioteca di Foggia

Si entra nel clima natalizio con le nuove iniziative della Biblioteca di Foggia: si parla dell'incanto del presepio con il presepista Ciro Inicorbaf.

Si entra nel clima natalizio con il prossimo appuntamento delle Conversazioni di Storia Locale, in programma mercoledì 9 dicembre, alle 17.30, nella Sezione Fondi Speciali della Biblioteca Provinciale di Foggia “La Magna Capitana”.

L’incanto del Presepio: esperienze di un presepista dauno” è il titolo del terzo incontro del nuovo ciclo di Conversazioni di Storia Locale, organizzato dalla Biblioteca per approfondire temi, personaggi, eventi storici del territorio, in un clima colloquiale e informale. A raccontare la sua esperienza di noto presepista sarà Ciro Inicorbaf, che allestirà anche un’esposizione presepiale nell’Area Mostre, al primo piano della Biblioteca, visitabile fino al 5 gennaio 2016.

L’allestimento comprenderà opere presepistiche storiche, artistiche e religiose, anche con figure presepiali che vanno dall’antica bottega foggiana ai santons, tipiche statuine provenzali. Di grande impatto scenografico ed emotivo la riproposizione delle musiche d’epoca e dei suoni d’ambiente, dai rintocchi delle campane, allo scrosciare dei ruscelli, fino ai versi degli animali.

Chi è Ciro Inicorbaf, che esporrà alla Biblioteca Provinciale di Foggia

Nato a Foggia nel 1949 da genitori foggiani, fin da ragazzo Ciro Inicorbaf è attratto dal mondo dell’arte. Infatti, nei primi anni Sessanta fonda diversi gruppi musicali e tiene concerti a livello locale e nazionale accompagnando con strumenti a corda cantanti di fama. Dagli anni Settanta fino agli anni Ottanta lavora presso l’Ispettorato Sud dell’Ente Teatrale Italiano con sede a Foggia. Le esperienze teatrali gli danno la possibilità di confrontarsi con i più grandi artisti nazionali e internazionali del teatro di prosa. Insieme con un team di teatranti foggiani collabora alla stesura di diversi testi teatrali avendo come riferimento sempre Foggia e la Capitanata e portando la sua foggianità in quasi tutti i teatri dell’Italia meridionale e settentrionale.

Alla fine degli anni Ottanta, per motivi familiari, lascia l’Ente Teatrale Italiano. Intanto, passato un po’ di tempo, il desiderio di fare teatro ritorna prepotentemente: è così che tira fuori dalle sue esperienze infantili Il Presepio. Conosce un grande presepista, l’architetto Vito Erriquez, e acquisisce le tecniche del grande maestro trasferendole sul suo territorio di origine. Nel giugno del 2002 fonda a Foggia, presso i locali dell’antica chiesa di San Tommaso, il primo Gruppo Presepistico. Si dedica alla riscoperta degli antichi presepi di Capitanata.

La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19:15 e il sabato dalle 9 alle 13:15, esclusi i giorni festivi.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Rissa ad Ascoli Satriano: 5 arresti

Articolo successivo

Foggia Calcio, l'intervista a Cristian Agnelli: "Serve continuità"