Home»Eventi»Arriva “L’acquasala salverà il mondo” lo spettacolo al gusto di caciocavallo podolico e Gargano

Arriva “L’acquasala salverà il mondo” lo spettacolo al gusto di caciocavallo podolico e Gargano

A San Giovanni Rotondo arriva una straordinaria performance musical gastronomica tra musica e sapori della nostra terra

Un viaggio multisensoriale alla scoperta delle tipicità enogastronomiche della Puglia Garganica: è quanto proposto da Metano’s con lo spettacolo musicale “L’acquasala salverà il mondo” in programma Domenica 14 Ottobre a San Giovanni Rotondo presso le cantine Teanum.

In primo piano, le materie prime come pane, olio extravergine d’oliva, verdure selvatiche e caciocavallo, che accompagneranno i partecipanti lungo un suggestivo percorso mistico, a partire dal Gargano, con le sue strade sterrate, i suoi campanacci, i muggiti delle vacche podoliche, i belati delle capre, e il suo profondo senso di appartenenza alla terra d’origine dei suoi pastori. La serata lascerà spazio ad un racconto che, tra un morso di caciocavallo, rigorosamente “podolico”, ed una scodella di acquasala preparata al momento, abbraccia l’arte in tutte le sue forme, attraverso gli odori, i colori, i rumori e i  sapori di questa terra meravigliosa per arrivare a penetrare direttamente l’anima, con gli stessi odori, colori, rumori e sapori.

Questa performance musicale, a metà strada fra uno spettacolo e una degustazione, si rivela un modo efficace, seppur insolito e stravagante, di promuovere il territorio garganico e il suo patrimonio enogastronomico in tutto il Paese.

Il progetto prende vita nel 2011, frutto dell’incontro di esperienze musicali ed artistiche differenti ma unite da tre elementi comuni: la saggezza dei sapienti custodi della tradizione, la follia di un “pastore di mandrie musicali”, nonché sapiente custode di “antiche tradizioni moderne”, il viaggio e la transumanza musicale, guidata da Luciano Castelluccia, direttore artistico del Carpino Folk Festival.

Tra gli obiettivi principali di questo spettacolo, strettamente legato alla tradizione pugliese, spicca quello di voler raccontare un particolare modo d’essere, attraverso il connubio tra cibo e cultura racconta il bello, il brutto, ed ancora, il buono, il calore, il colore, il sapore, l’odore, il senso meno scontato dell’amore.

 

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Un parcheggiatore abusivo sanzionato, vari arresti e auto rubate: ecco cosa è successo nella provincia di Foggia

Articolo successivo

I medici dicono no all'impianto di compostaggio ex–Bioecoagrimm. Ecco la risposta del Comune di Lucera