Eduscopio 2019: a Foggia primeggia il Liceo Alessandro Volta

Grande soddisfazione per il Liceo Volta

Foggia Reporter

Foggia – È stata pubblicata la sesta edizione di Eduscopio, si tratta della classifica stilata dalla Fondazione Agnelli sulle scuole superiori che meglio preparano i ragazzi all’università e al mondo del lavoro.

I ricercatori di Eduscopio hanno analizzato i dati di circa 1.255.000 diplomati italiani in tre successivi anni scolastici, 2013/14, 2014/15 e 2015/16, in circa 7.300 indirizzi di studio nelle scuole secondarie di II grado statali e paritarie.

In provincia di Foggia, nel settore Scientifico primeggia, ancora una volta, il Liceo Alessandro Volta: l’87% degli studenti si immatricolano e superano il I anno di Università a cospetto del 79% delle scuole dello stesso indirizzo presenti in Regione.

Per l’Indirizzo Linguistico il primato spetta all’Istituto “Bonghi” di Lucera che supera il “Poerio” di Foggia e il “Pestalozzi” di San Severo. Il “Poerio”, però, conquista il primo posto nell’indirizzo Scienze Umane.

Inoltre, per l’indirizzo Tecnico-Economico troviamo il “Giannone-Masi”, per il Tecnico Economico spicca il “Vittorio Emanuele II” che primeggia sul “Pascal” di Foggia; mentre per quanto riguarda i licei Classici della Capitanata spicca il nome del “Bonghi” di Lucera.

“Il nostro liceo si classifica con ben 8 punti percentuali in più rispetto alla media dei Licei Scientifici della Regione Puglia – scrive la dirigente scolastica del Liceo Volta Gabriella Grilli -. In particolare, siamo al primo posto tra i Licei Scientifici nell’arco di 30 Km e primi tra tutti i licei scientifici e classici di Foggia e provincia.

Un primato che il nostro liceo detiene oramai dal 2014, anno di avvio di Eduscopio. Ringrazio tutta la squadra del Volta: docenti, personale ATA, Dsga, studenti e famiglie, poiché il successo di questa complessa organizzazione è il risultato dello sforzo e dell’impegno combinato di ciascuno di noi.

Siamo profondamente convinti che l’importante è perseverare: la perseveranza è il grande impegno che mettiamo dopo che siamo stanchi per il duro impegno che abbiamo messo”.