Home»Economia»Amazon, l’ascesa anche in Borsa

Amazon, l’ascesa anche in Borsa

Continua l'ascesa del colosso, anche in Borsa

Uno dei brandi di successo, sicuramente tra i più noti a livello mondiale e da qualche tempo anche in Borsa. Quando si parla di commercio online quindi di acquisti in rete, è al gigante creato da di Jeff Bezos che vola subito il pensiero.

Grazie all’aumento degli acquisti online, perché è innegabile che negli ultimi anni il dato di chi fa shopping in rete è cresciuto, Amazon ha raggiunto cifre da capogiro: per fasi un’idea, al società ha dichiarato nel secondo trimestre del 2018 vendite nette per 52,89 miliardi di dollari rispetto ai 37,96 miliardi registrati l’anno precedente nello stesso periodo.

Un’impennata che si riflette anche su quanto accade in Borsa dove Amazon è quotata dal 1997, quando per acquistare azioni si partiva da una base di 1,50 dollari. Ebbene oggi acquistare azioni Amazon è un’operazione intelligente viste le dimensioni delle azienda. Non con margini di guadagno pari a quelli ottenuti da chi ci ha puntato anni fa: si pensi al riguardo che investire 10mila dollari nel 1997 su Amazon ne avrebbe fruttati oggi 7,5.

Nato in sordina per volontà del suo fondatore, oggi Amazon è un colosso; per continuare a parlare della sua presenza in Borsa, si fa riferimento ad una società che può vantare il maggior numero di raccomandazioni buy da parte degli analisti indipendenti.
Negli ultimi mesi il suo giro di affari sta crescendo così come la proposta verso i consumatori; si pensi parlando di quest’ultimo aspetto alla nascita di Amazon Prime, che garantisce ai clienti fidelizzati spedizioni in poche ore; o all’ingresso del gigante di Jeff Bezos nel mondo pharma o del banking. Un progetto piuttosto chiaro quello di Amazon, che mira a diversificare il più possibile la sua offerta così da fidelizzare la propria clientela su più campi.
Grazie alla potenzialità della rete poi, acquistare azioni di Amazon ed investire sul gigante delle vendite in rete è, oggi, estremamente facile in quanto ci si può affidare anche ai tradizionali canali del trading online. Quindi alle piattaforme o broker virtuali che offrano tale possibilità.

Sicuramente una delle azione che, sul mercato, ha registrato la crescita più importante e sostanziosa: se nel 1999, quasi ad inizio carriera, Bezos affermava di avere una società giovane con quasi 2mila dipendenti, oggi Amazon è un colosso di livello planetario che garantisce lavoro a quasi 600mila persone nel mondo. E in futuro i dati potrebbero anche diventare più cospicui visti i margini di ampliamento di Amazon sui principali mercati mondiali.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Lungo e pericoloso inseguimento

Articolo successivo

Foggia calcio, la presentazione dei nuovi acquisti

Nessun commento

Lascia un commento