Home»Economia»Alfa Romeo: arriva il fuoristrada mimetizzato

Alfa Romeo: arriva il fuoristrada mimetizzato

A vederla come è stata presentata nelle scorse settimane, a fine 2016, risulta difficile pensare che si stia parlando di una vettura in grado di essere utilizzata come fuori strada. L’assetto è, infatti, di quelli tradizionalmente sportivi e la linea estetica ricorda più una GT.

Eppure la nuova Alfa Romeo Stelvio, primo Suv nella storia della casa automobilistica di Torino, è a tutti gli effetti un fuoristrada. Camuffato, ma pur sempre Suv. Per maggiore chiarezza sarebbe meglio parlare di crossover, quindi un miscuglio o, se si preferisce, un ibrido di vari modelli capace di affrontare le strade di città con il piglio di un’auto sportiva; così come terreni fangosi o sterrati senza nulla da invidiare a un tradizionale fuoristrada.
Un Suv molto più abbordabile, i cui pezzi di ricambio si trovano anche online a cifre economiche sul sito Web MotorDoctor o su portali affini. E questo è un qualcosa di molto importate per gli utenti dato che, parlando di Suv, ciò che spesso fa la differenza è il costo per la manutenzione.

La nuova Alfa Romeo Stelvio va a mettere un’ulteriore conferma sulla deriva che da un po’ di tempo ha preso il mercato: ovvero, le categorie precise non esistono più. Va di moda il crossover, il mix. La parola d’ordine è mescolare e mischiare il più possibile. In sostanza un qualcosa di mai visto in precedenza sulle auto.
La gamma dei motori della nuova Alfa Romeo Stelvio sarà inizialmente limitata a un 2.0 turbo benzina da 280 Cv; e 2.2 diesel da 210 Cv. Novità anche dal punto di vista della tecnologia in materia di guida e approccio alla strada.
Come si può vedere sul sito ufficiale Italia dell’Alfa Romeo, la nuova Stelvio proporrà il famoso selettore Alfa DNA Pro in grado di modificare la risposta di guida del veicolo a seconda della scelta effettuata dal guidatore.

Nello specifico le opzioni sono: Dynamic; Natural; Advanced Efficiency (che prevede l’opzione risparmio energetico); e per ultima, l’opzione Race in grado di garantire prestazioni assolutamente elevate. Estremamente di impatto e sportivo anche il design degli scarichi posteriori: un estrattore posteriore con doppio terminale. A ciò, sempre per garantire un assetto sportivo, vanno aggiunti i cerchi in lega da 19 pollici e i sedili interamente in pelle per dare, anche agli interni, un aspetto più ‘cattivo’ corroborato anche dalla presenza di uno sterzo sportivo interamente riscaldato; e da un assetto globale del veicolo rialzato.
Un crossover che si appresta a conquistare il mercato, pur se di nicchia dato il prezzo che non dovrebbe essere propriamente alla portata di tutti: si parla di oltre 60 mila euro.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

1 Commenti

  1. fred3000
    12 gennaio 2017 a 9:54 —

    177mph di velocità massima sigifica…. 177 x 1,609 = 284km/h!!!

Lascia un commento

Articolo precedente

L’impegno di Aquedotto Pugliese per l’emergenza gelo

Articolo successivo

Maltempo, Gatta: "In Capitanata furti alle imprese agricole già provate dai danni della neve, subito interventi"