Home»Cultura e territorio»Visita del Papa a San Giovanni Rotondo: definito il programma

Visita del Papa a San Giovanni Rotondo: definito il programma

Il programma definitivo della visita del Pontefice

Denso il programma degli eventi che accompagneranno la terza visita di un pontefice nella città garganica. Da lunedì sono in programma giornate di preparazione all’arrivo di papa Francesco, che culmineranno, il 16 marzo alle ore 20.45, con la veglia di preghiera presieduta da Sua Ecc. Rev.ma Mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana.

Il 17 marzo questo il programma della visita papale: 9.30 – Arrivo al campo sportivo “Antonio Massa”. Il Sommo Ponteficie, a bordo della papa mobile, percorrerà le seguenti vie: campo sportivo-viale della Gioventù-corso Roma-via Foggia-piazza Padre Pio- corso Umberto I-piazza Europa-viale Cappuccini-Pronao Casa Sollievo della Sofferenza-viale Padre Pio- Poliambulatorio Giovanni Paolo II 10.00 – Visita ai bambini del reparto di oncoematologia pediatrica. Successivo percorso in papamobile verso il santuario Santa Maria delle Grazie, attraversando viale padre Pio. 10.45 – Santuario Santa Maria delle Grazie.

Saluto del santo Padre alla comunità dei frati cappuccini. Venerazione dell’insegne reliquia del corpo di san Pio da Pietrelcina e del crocifisso delle stimmate. Percorso in papamobile attraversando il sagrato della chiesa di san Pio. 11.00 – Celebrazione Eucaristica e saluto delle autorità religiose e civili. 12.45 – Partenza verso il campo sportivo per il seguente itinerario: sagrato chiesa san Pio-viale Cappuccini-piazza Europa-corso Umberto I-piazza padre Pio-via Foggia-corso Roma-viale della Gioventù- parco del Papa-campo sportivo. Decollo in elicottero. Infine domenica 18 marzo, come annunciato da tempo, il venerato corpo di san Pio sarà traslato da Santa Maria delle Grazie alla chiesa di san Pio, con questo programma: 10.00 – Momento di preghiera e traslazione del corpo di San Pio 11.30 – Celebrazione eucaristica presieduta da Sua Ecc. Rev.ma Mons. Michele Castoro, arcivescovo Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo «In collaborazione con le autorità religiose, militari, civili e grazie anche alle risorse messe a disposizione dalla Regione Puglia, stiamo lavorando, per garantire massima accoglienza ai quasi 30mila fedeli previsti, predisponendo una macchina organizzativa complessa per i tanti aspetti da tenere in considerazione, ma efficace e capace di garantire sicurezza e sereno svolgimento di una giornata memorabile per la comunità sangiovannese, ma anche per l’intera Provincia di Foggia», sostiene il sindaco Costanzo Cascavilla.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Foggia capitale del movimento in Puglia: riparte Let's move

Articolo successivo

Primo tempo, Perugia-Foggia 0-0