Home»Cultura e territorio»Vieste: La Guardia Costiera risponde alle domande degli operatori del settore turistico-balneare

Vieste: La Guardia Costiera risponde alle domande degli operatori del settore turistico-balneare

L'incontro si è svolto nella mattinata del 9 Giugno

Nella mattinata del 09 giugno, larga partecipazione di pubblico è stata riscontrata all’incontro tenutosi presso il “Cinema Adriatico” di Vieste tra la Guardia Costiera e gli operatori del settore balneare, per discutere delle nuove norme di sicurezza emanate per la corrente stagione estiva. Tale appuntamento è stato fortemente voluto dal Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste, Tenente di Vascello (CP) Francesco Maria RICCI, il quale, oltre ad aver avuto la possibilità di fare il punto della situazione sulla vigenti norme che regolano il legittimo uso del demanio marittimo, ha potuto dare immediata risposta alle varie necessità/perplessità rappresentate dai vari operatori turistici intervenuti. Gli argomenti di maggior interesse sono risultati essere:  le novità in merito al servizio di salvataggio, tra cui l’obbligo di dotazione dei Defibrillatori semiautomatici (DAE) e la facoltà dell’uso di un’eventuale moto d’acqua quale mezzo aggiuntivo rispetto al canonico pattino a remi;  la disciplina della navigazione in prossimità della costa, con particolare riferimento ai corridoi di lancio;  le norme che regolano l’accesso degli animali d’affezione alla spiaggia. Proprio in riferimento a quest’ultimo punto, il Comandante RICCI ha voluto precisare che è sempre vietata la conduzione di qualsiasi tipo di animale lungo le spiagge libere; gli animali d’affezione tuttavia potranno accedere agli arenili solo presso le strutture balneari che lo consentono, e con le limitazioni imposte dalla vigente Ordinanza Balneare regionale. La Guardia Costiera di Vieste ricorda che per tutte le emergenze in mare è attivo il NUMERO BLU 1530, operativo su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

"Luci su Parcocittà", grande successo della raccolta fondi

Articolo successivo

Lavavetri sorpresi ad armeggiare con una sostanza altamente cancerogena