Home»Cultura e territorio»Censis, graduatoria Atenei italiani: UniFoggia scala altre posizioni

Censis, graduatoria Atenei italiani: UniFoggia scala altre posizioni

Il commento del Rettore: "Segnali molto incoraggianti, ma chi mi conosce sa che sono più interessato alle critiche che ai complimenti"

Il Gruppo l’Espresso – Repubblica ha pubblicato nei giorni scorsi, a cura dell’istituto di ricerca e rilevamento statistico Censis, la classifica relativa alla qualità degli Atenei italiani pubblici e privati 2015/16 (redatta sulla base
dei dati relativi all’anno accademico 2014/15). L’Università di Foggia è stata annoverata nella categoria dei
“Piccoli Atenei” con meno di 10.000 iscritti, per l’esattezza 9786 stando all’ultima rilevazione dell’Ufficio statisti –
co dell’Anagrafe nazionale degli studenti universitari. E in questa categoria si è classificata al secondo posto in
Italia, con la valutazione di 89 su 100 (dietro all’Università di Camerino, che ha conseguito la valutazione di
99,4): tre posizioni in più rispetto alla classifica Censis 2015.

Una progressione che ha consentito all’Università di Foggia una performance complessiva, sia nella graduatoria
generale sia in quella redatta per singole categorie, molto positiva: in alcuni casi addirittura eccellente. A cominciare
dalla classifica che sintetizza tutti gli indici rilevatori analizzati e utilizzati dal Censis, classifica che mette
tutti insieme “Storici”, “Grandissimi”, “Grandi”, “Medi” e “Piccoli Atenei” sulla base della proporzionalità dei risultati
conseguiti: in questo caso, l’Università di Foggia passando dal 31° posto del 2013/14 al 15° del
2014/15 col punteggio totale di 89 su 100, si è confermata prima Università in Puglia e seconda in tutto il Mezzogiorno dopo quella di Reggio Calabria. Un risultato lusinghiero che ribadisce il trend positivo degli ultimi anni

Il commento del Rettore, Maurizio Ricci: «Segnali molto incoraggianti, ma chi mi conosce sa che sono più interessato alle critiche che ai complimenti: dobbiamo migliorare le criticità come nel caso delle strutture e della logistica, ma i passi avanti compiuti possono essere ritenuti significativi».

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

"Le parole che mancano", sabato 11 Giugno a Lucera

Articolo successivo

Pisa, il DG Lucchesi polemico: "Ambiente ostile, raggiungeremo Foggia all'ultimo minuto. Cambio di orario penalizza i nostri tifosi"