Home»Cultura e territorio»Svegliarsi nei borghi: inaugurato il primo Bike Hotel dei Monti Dauni

Svegliarsi nei borghi: inaugurato il primo Bike Hotel dei Monti Dauni

Si è svolta lo scorso 11 Giugno la giornata di presentazione del nuovo catalogo “Il Rosone delle Esperienze”, curato da Svegliarsi nei Borghi

Si è svolta lo scorso 11 Giugno la giornata di presentazione del nuovo catalogo “Il Rosone delle Esperienze”, curato da Svegliarsi nei Borghi, realtà di ricettività diffusa sui Monti Dauni.

I partecipanti hanno inaugurato la giornata con una allegra biciclettata, accompagnati dalla guida Michele Caione, in sella alle loro mountain bike hanno raggiunto Celle di San Vito, seguendo il percorso della via Francigena e dando vita a quello che sarà uno dei dieci itinerari raccolti nel catalogo.
Dieci itinerari, dieci esperienze diverse all’insegna di gastronomia, storia, tradizione, natura, turismo generazionale e religioso, presentati nel corso della conferenza stampa al Teatro Comunale “Pidocchietto” di Troia. L’incontro, moderato dalla giornalista Enza Moscaritolo, si è aperto con i saluti del vicesindaco di Troia, Antonio D’Apice e ha visto la partecipazione del Presidente del Gal Meridaunia, Alberto Casoria, di Enzo Giannelli, ideatore del progetto Svegliarsi nei Borghi, insieme a Chiara Petruzzi ed Elisabetta Capobianco e del pittore Leon Marino, autore delle dieci tavole a corredo del catalogo, disegnate per l’occasione.

In conferenza stampa anche la dottoressa Elettra Vinelli, in rappresentanza del Fai e Mario Tosches, responsabile dell’associazione Cicloamici Fiab di Foggia. “Il Fai segue con curiosità crescente la nascita di questa nuova realtà a Troia – ha detto la dottoressa Vinelli – la mission di Svegliarsi nei Borghi è in linea con gli obiettivi del Fondo Ambiente Italiano che da oltre quarant’anni si propone di valorizzare il territorio: si possono porre le basi per una partnership, al fine di rendere le strutture convenzionate con il Fai”.

Il Bike hotel : “Grazie a i finanziamenti della Regione Puglia che tramite la misura ‘Bike Friendly’ ha dato fiducia al nostro progetto “Vie Francigene di Puglia in bicicletta”, siamo riusciti a dare vita a questo sogno – ha detto Giannelli – La nostra struttura è in possesso di una ciclofficina e di bici a pedalata assistita e sono in programma già dalla fine di giugno degli itinerari guidati. Il 24, 25 e 26 giugno nel corso di un tour che toccherà Troia, Biccari e Celle di san Vito, andremo alla scoperta dei mulini ad acqua di Roseto Valfortore, un itinerario inedito e suggestivo. Accompagneremo così il turista per mano, alla scoperta di un nuovo modo di fruire i monti dauni”.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Al via "Alter...Lanza", progetto della Camera di Commercio rivolto a 43 alunni del Liceo Classico

Articolo successivo

Polemica verbale sul web tra Amedeo Grieco e il giornalista Michele Criscitiello