Home»Cultura e territorio»San Giovanni Rotondo, nuova vita alla fontana dell’artista Di Tommaso

San Giovanni Rotondo, nuova vita alla fontana dell’artista Di Tommaso

L'opera monumentale è stata riposizionata nei pressi dell'anfiteatro vicino al Poliambulatorio

San Giovanni Rotondo- Proseguono i lavori di sistemazione della monumentale fontana “Luce Divina“, un tempo posizionata all’inizio di corso Umberto I e ora spostata in prossimità del parcheggio multipiano e dell’anfiteatro, nei pressi del Poliambulatorio Giovanni Paolo II.

La sistemazione dell’opera è avvenuta grazie anche al contributo della Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus, presieduta da padre Francesco Colacelli.

«Abbiamo avviato un processo di riqualificazione urbana e dato nuova dignità a un’opera che appartiene al patrimonio artistico della nostra città. Il nuovo allestimento consentirà di presentare un biglietto da visita più moderno al visitatore che raggiunge la zona internazionale. Tra l’altro realizziamo tutto con costi contenuti, grazie alla sensibilità e generosità degli Angeli di Padre Pio, una struttura riabilitativa all’avanguardia e che ci viene invidiata in tutto il mondo per la qualità della sua assistenza» evidenzia l’assessora ai Lavori pubblici, Nunzia Canistro.

La”Luce Divina” è stata realizzata dall’artista abruzzese Antonio Di Tommaso, autore di importanti opere di grandi dimensioni collocate in molte città italiane tra cui Firenze e Torino, e internazionali come Kichinda (Iugoslavia), Carhaix (Francia), Woerden (Olanda), Tarshiha (Israele), Sanpietroburgo (Russia), oltre che in collezioni private e in musei.

La fontana in pietra bianca di Trani è stata realizzata in collaborazione con le allieve della scuola di scalpelline di Molfetta e venne inaugurata l’8 giugno 2002, a perenne ricordo della beatificazione di padre Pio. La pietra è scolpita “in forme geometriche” dal forte carattere simbolico, che richiamandosi al cubismo, rappresentano alcuni edifici storici della città di San Giovanni Rotondo, come le torri, il palazzo dell’Università, la chiesetta di san Giovanni Battista, più conosciuta come “La Rotonda”. Dunque, arte che diventa tributo alla Storia sangiovannese e che rende la fontana dell’artista abruzzese un monumento di grande interesse storico-artistico.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Operazione dei Carabinieri di San Severo. Recuperati stupefacenti, armi e munizioni.

Articolo successivo

"L'altra metà del cielo", il tour che porta Picasso in Puglia

Nessun commento

Lascia un commento