Home»Cultura e territorio»Concorso nazionale produzione di miele: 3 tre gocce d’oro per il Gargano

Concorso nazionale produzione di miele: 3 tre gocce d’oro per il Gargano

Vince ben tre gocce d’oro il miele del Gargano al concorso nazionale dall’omonimo titolo. L’azienda produttrice è di Manfredonia e ormai da diverso tempo opera con passione e impegno nel settore dell’apicoltura. Una notizia, questa, che non può non destare une certa ventata di positività per tutta l’economia della regione che in quanto a prodotti d’eccellenza può vantare una lunga lista, ma che nonostante tutto non riesce ancora a scrollarsi da dosso il peso della crisi.

Lavorare nell’ambito della produzione agricola, ritornare ai mestieri di una volta, alla terra, e anche alle api, in diverse circostanze si è dimostrata essere una scelta indovinata che fortunatamente sta dando i suoi frutti non solo in Italia, ma con ottime prospettive anche all’estero. Purtroppo infatti la situazione attuale non offre tantissime possibilità, trovare lavoro, soprattutto per i giovani, è sempre più difficile e quello di provare a mettere su un’azienda sembra essere una delle poche opportunità rimaste.

Purtroppo non tutti però hanno la possibilità di accedere a quelli che sono dei finanziamenti regionali o nazionali, o magari anche europei, per avviare un’attività, che sia o meno in ambito agricolo. Molti genitori, che vivono di sola pensione, tentano la risorsa dei prestiti cambializzati per dare ai figli l’opportunità di avviare un’azienda. E allora ci si prova, ci si prova e ci si mette in gioco, e qualche volta, con lavoro sacrificio e fortuna ci si riesce. Questa è più o meno la storia dell’apicoltura Papagna che opera in questo comparto di produzione del miele dal lontano 1957.
L’azienda si è specializzata nell’ambito del nomadismo dove le api hanno la possibilità di inseguire la fioritura e quindi scegliendo quello che secondo loro è il luogo migliore per fare il miele. In questo modo si ottiene un prodotto di eccellente qualità, lo dimostra anche il premio ricevuto, e dalle ottime proprietà organolettiche. Il miele viene così prodotto da fiori di mandorlo, rosmarino, asfodelo, arancio, acacia, timo, fiordaliso, eucalipto, edera e molti altri.

Il premio “Grandi Mieli d’Italia – Guida Tre Gocce d’Oro 2016” è stato conferito all’unico rappresentate del Gargano. L’azienda porta a casa ben due titoli: quello come miglior miele mille fiori, e quello come miglior miele di timo, ottenendo con entrambi le tre ambite gocce d’oro. Diversi i partecipanti da tutta Italia e grande è stata la competizione, ma alla fine a vincere i premi sono state le aziende non solo più innovative, ma anche con i più alti standard di qualità.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

"Festa del cuoco 2016": il concorso enogastronomico di Capitanata

Articolo successivo

Daniele Silvestri a Cerignola per la Notte Bianca?