Home»Cultura e territorio»Ospiti del Don Uva alla Città del Cinema, grande entusiasmo per l’iniziativa dell’associazione Avo-Don Uva

Ospiti del Don Uva alla Città del Cinema, grande entusiasmo per l’iniziativa dell’associazione Avo-Don Uva

Grande entusiasmo hanno mostrato i 30 ospiti con disagio psicofisico che giovedì 3 novembre, accompagnati da 25 volontari e operatori sanitari, hanno partecipato ad un'uscita sul territorio organizzata dall’associazione Avo-Don Uva Foggia. Gli ospiti hanno raggiunto la Città del Cinema con un mezzo messo gentilmente a disposizione dalla Direzione dell’Ataf per assistere alla proiezione del film “Trolls”

Grande entusiasmo hanno mostrato i 30 ospiti con disagio psicofisico che giovedì 3 novembre, accompagnati da 25 volontari e operatori sanitari, hanno partecipato ad un’uscita sul territorio organizzata dall’associazione Avo-Don Uva Foggia. Gli ospiti hanno raggiunto la Città del Cinema con un mezzo messo gentilmente a disposizione dalla Direzione dell’Ataf per assistere alla proiezione del film “Trolls” e per riunirsi poi tutti insieme per un momento conviviale.
“Per gli ospiti dell’Opera Don Uva è stato un pomeriggio molto piacevole perché poche volte varcano i cancelli di quello che un tempo era chiamato “il manicomio”. Si è data loro l’opportunità di godere di una giornata diversa che ha regalato gioia e stupore – spiegano gli organizzatori che evidenziano quanto – l’evento non resterà isolato ma ne verranno programmati altri nell’ambito di un progetto che ormai da oltre quindici anni prova a migliorare la qualità della loro vita. Da quando è partita l’organizzazione, non facile, della giornata (fra permessi e autorizzazioni) – raccontano i volontari ospedalieri – sia nei giardini che nei reparti dell’Opera don Uva c’è stato gran fermento, un’aria diversa, quella della speranza di partecipare alla “gita”come la chiamano loro (per la quale è necessaria la dichiarazione liberatoria della famiglia). Commovente è stata la riconoscenza da parte degli ospiti nei confronti dei volontari che, in fondo, hanno donato loro solo un piccolo e doveroso atto di attenzione e di amore e hanno ricevuto in cambio sorrisi e abbracci. Se qualcuno vorrà unirsi a noi – concludono i volontari – avrà il privilegio di conoscere gli ospiti, come noi li chiamiamo, e provare tante emozioni .
L’Avo Don Uva di Foggia ha un organico di circa cento associati che svolgono i loro turni di servizio divisi in vari reparti: alzheimer, RSA, istituto ortofrenico, hospice e nei laboratori (ceramica, didattica, musica, cinema, teatro). Questi ultimi creati sempre con la finalità di migliorare la qualità di vita dei pazienti. L’associazione, presente nel centro riabilitativo “Opera Don Uva” da oltre quindici anni, ha come caratteristica principale la gratuità del proprio servizio che viene svolto in maniera organizzata e qualificata. Il dono di sé e del proprio tempo è ciò che accomuna i volontari ospedalieri del Don Uva del capoluogo dauno. L’associazione chiede ai propri volontari di dedicare solo due ore a settimana per lenire la sofferenza dello spirito e la solitudine di persone speciali e bisognose nella speranza di veder comparire il sorriso sui loro volti. Annualmente si organizzano corsi di formazione di base e incontri di approfondimento specifico nell’ottica di una formazione continua.

6
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Cantine aperte a San Martino in Puglia

Articolo successivo

Movimento 5 Stelle, Alessandro Di Battista a Foggia

Nessun commento

Lascia un commento