Home»Cultura e territorio»Orsara conquista il Premio Innovazione Giovane con il Nocciomiele

Orsara conquista il Premio Innovazione Giovane con il Nocciomiele

Il Nocciomiele, una delle novità che hanno fatto conquistare il Premio Innovazione all’apicoltura di Orsara, è pensato per essere un’alternativa alla Nutella nella prima colazione

Orsara di Puglia – “Complimenti all’Apicoltura Fratelli Anzivino. Il Premio Innovazione Giovane è la dimostrazione che stanno lavorando molto bene, valorizzando uno dei prodotti migliori della nostra tradizione agroalimentare”. E’ il sindaco di Orsara di Puglia Tommaso Lecce, a complimentarsi con una delle aziende agroalimentari orsaresi d’eccellenza. All’Apicoltura Anzivino, Coldiretti ha assegnato il Premio Innovazione Giovane “per aver realizzato una linea di prodotti con l’obiettivo di avvicinare i bambini alla cultura e al consumo del miele, aromatizzandolo con il cioccolato e il limone”. L’Apicoltura Fratelli Anzivino è una delle 6 giovani e innovative realtà agricole premiate in Puglia, l’unica della provincia di Foggia.

DALL’EXPO DI MILANO AL PREMIO INNOVAZIONE. Nel 2015, proprio grazie a questa importante azienda, Orsara di Puglia fece conoscere al mondo il proprio miele. Già in quella occasione, gli Anzivino portarono all’attenzione internazionale 8 le tipologie di miele: Millefiori, Acacia, Arancio, Girasole, Castagno, Eucalipto e due novità assolute, vale a dire il Balsamiele e il Nocciomiele. Il Nocciomiele, una delle novità che hanno fatto conquistare il Premio Innovazione all’apicoltura di Orsara, è pensato per essere un’alternativa alla Nutella nella prima colazione. “Lo produciamo dal dicembre del 2014 e sta avendo già un grande successo. E’ un preparato che miscela crema di nocciola e miele”. Quella del miele, per i fratelli Anzivino, è una passione che si tramanda di generazione in generazione. Una passione che, dal 2000, si è trasformata in una vera e propria attività aziendale d’eccellenza. La produzione può contare su 400 alveari.

Orsara I Fratelli Anzivino
I Fratelli Anzivino

UNA RETE DI PROMOZIONE. Sono diversi i produttori orsaresi che, da diversi anni, riescono a valorizzare e commercializzare efficacemente i propri prodotti. Tutto questo sta avvenendo, naturalmente, grazie alla maestria e alla professionalità di tante aziende agricole. A supportare quel lavoro, c’è anche la rete di promozione culturale, turistica ed enogastronomica di cui Orsara è parte integrante grazie a una serie di marchi di qualità, primi tra tutti la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Di grande rilievo, inoltre, è il riconoscimento che fa di Orsara una delle quattro “Cittaslow” della Puglia. Quello di Cittaslow, infatti, è una rete internazionale che promuove le produzioni d’eccellenza come primo veicolo di valorizzazione dell’entroterra italiano. Al Comune di Orsara di Puglia, inoltre, negli ultimi anni sono stati assegnati anche la Bandiera Verde di CIA Agricoltori Italiani e, più volte consecutive, il “Premio Consumo di Qualità – Antichi Sapori”, assegnato dalla Rete Asel, Antichi Sapori Eat Local, in base alle valutazioni espresse dai consumatori interpellati dall’Osservatorio dell’organizzazione. A Orsara di Puglia è stato riconosciuto “l’essersi distinto, con la propria amministrazione, nella promozione della cultura e delle tradizioni dei saperi e dei sapori della Puglia”.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Movida foggiana: arrestato un 20enne per tentato omicidio

Articolo successivo

Foggia, Stagione Venatoria: scattano le prime sanzioni e denunce

Nessun commento

Lascia un commento