Home»Cultura e territorio»Novanta dissuasori di sosta rovinano un’area di interesse culturale

Novanta dissuasori di sosta rovinano un’area di interesse culturale

L'installazione di 90 paletti fa discutere

La nuova piazza Purgatorio è stata riconsegnata alla cittadinanza solo da pochi mesi (poco prima di Natale, per l’esattezza), eppure fa già discutere.

Sono stati, infatti, autorizzati ben 90 paletti per dissuadere la sosta delle autovetture. Non vi era forse un metodo migliore per evitare che i cittadini parcheggiassero l’auto in una zona di interesse storico del genere? A quanto pare, leggendo l’ordinanza con la quale viene disposta l’installazione dei paletti, si direbbe di no.

Forse un pò di senso civico da parte dei cittadini, coadiuvato da qualche controllo messo a segno da parte dei vigili sarebbe bastato per evitare questa bruttura in una piazza tra le più belle e ricche di storia della nostra città. Forse, ma non siamo noi a dover decidere.

Una spesa, quella dei paletti, che ricade sulla comunità. Una spesa, tra l’altro non indifferente: basti pensare, infatti, che l’installazione di ogni paletto costa 200/300 euro.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Pochi controlli, Asl opta per esami a domicilio

Articolo successivo

Assalto in banca a Foggia: la Polizia mette in fuga i criminali