Home»Cultura e territorio»“Il Melograno” di Cantina La Marchesa vola a New York

“Il Melograno” di Cantina La Marchesa vola a New York

Il 18 febbraio prossimo, infatti, “Il Melograno” volerà a New York per essere servito, insieme a grandi vini di tutto il mondo, al ristorante “Le Cirque”

Lucera (Fg), 18/01/2017 – Parte bene il nuovo anno per la cantina “La Marchesa” e i suoi vini, in particolare “Il Melograno IGT Daunia Nero di Troia 2016” selezionato per un evento storico che unisce l’arte alla cucina.

Il 18 febbraio prossimo, infatti, “Il Melograno” volerà a New York per essere servito, insieme a grandi vini di tutto il mondo, al ristorante “Le Cirque” durante la cena che vedrà protagonista Fabio Pisani, chef de “Il Luogo di Aimo e  Nadia” ristorante di Milano che vanta 2 Stelle Michelin.

Lo chef – classe 1978, originario di Molfetta, dove si è diplomato cuoco – ha lavorato in grandi maison europee: tre anni a Parigi al Grand Vefour, due anni a Londra al Waterside Inn, un anno al ristorante Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio, per poi approdare presso “Il Luogo di Aimo e  Nadia” nel 2005.

È stato Pisani, insieme a Ursula Avella di Great Culinary Minds organizzatrice dell’evento, a scegliere di abbinare “Il Melograno” all’antipasto che proporrà durante la cena al “Le Cirque” di New York.

«Siamo orgogliosi di essere presenti con il nostro vino ad un evento così importante, che ci permette di promuovere oltreoceano non solo la nostra cantina, ma anche la nostra terra, la Daunia», afferma Marika Maggi fondatrice insieme al marito Sergio Lucio Grasso della Cantina La Marchesa, nata come viticoltrice nel 1988 e che oggi può contare su 14 ettari di vigneto estesi nel raggio di trecento metri dal centro aziendale.

“Il Melograno IGT Daunia 2016” è ottenuto da uva di Troia 100% coltivata a spalliera nell’agro di Lucera. Il suo bouquet si presenta invitante e sensuale, intenso ed avvolgente, vivace, con frutti rossi fragranti.

Ad impreziosire l’esperienza culinaria a “Le Cirque” saranno i dipinti del cardiologo Cesare Saponieri.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Carnevale di Manfedonia, il programma ufficiale della 64^Edizione

Articolo successivo

Cinque buoni motivi per scoprire i tratturi della transumanza

Nessun commento

Lascia un commento