Home»Cultura e territorio»“Linea Blu” a Siponto e Manfredonia

“Linea Blu” a Siponto e Manfredonia

In onda su Rai Uno sabato 18 novembre 2017 alle ore 14:00

Un altro tassello è stato posto dal Polo Museale della Puglia nel compito di divulgazione,
promozione e valorizzazione dei beni culturali nella provincia di Foggia: la trasmissione della Rai,
Linea Blu in onda sabato 18 novembre alle ore 14:00 su Rai Uno, entrerà nelle case di oltre
due milioni e mezzo di italiani per far conoscere il Castello di Manfredonia, il Parco di Santa
Maria di Siponto e l’importanza storica dell’antico porto sipontino e dell’intera Manfredonia.
La direzione del Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia e del Parco S. Maria di Siponto
sottolinea l’importanza di valorizzare il patrimonio culturale del nostro Paese anche grazie alle
attività divulgative, come quella in specie messa in campo. Inoltre precisa che l’affezione, l’amore
e la valorizzazione delle proprie radici identitarie e del territorio che ci ha dato i natali
scaturiscono innanzitutto dalla conoscenza.
Durante le riprese RAI sono stati toccati i momenti salienti della fondazione e dello sviluppo di
Manfredonia, determinati dall’impaludamento del porto sipontino e dall’abbandono dell’antica
città. In seguito si è focalizzata l’attenzione sull’importanza del Castello, elemento imprescindibile
per la nascita della città sveva, e del nuovo porto marittimo.
Altrettanta storia è visibile nei resti della Siponto antica che in più vive di un nuovo e rinnovato
interesse di portata internazionale grazie al riuscito intervento realizzato nel Parco Archeologico di
Santa Maria di Siponto dall’artista Edoardo Tresoldi. Qui l’artista, con la qualificata guida dei
tecnici del MiBACT e secondo una formula mai sperimentata prima in Italia, ha saputo far
dialogare armonicamente l’arte contemporanea con la vicina basilica romanica, con i preziosi
resti della sottostante basilica paleocristiana e con il paesaggio circostante.

1
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Undici arresti per furto di energia elettrica

Articolo successivo

Foggia, Sannella a cena con Galliani per Maiorino

Nessun commento

Lascia un commento