Home»Cultura e territorio»L’esperienza dell’Università al Mediterranea Apulia Festival

L’esperienza dell’Università al Mediterranea Apulia Festival

Dal 15 al 17 settembre a Foggia, Lucera e Alberona la Dieta Mediterranea protagonista di una rassegna su qualità del cibo e corretta informazione alimentare.

Dal 15 al 17 settembre tra Foggia, Lucera e Alberona si terrà Mediterranea Apulia Festival: Scienza, Cultura e Territorio, prima edizione di una rassegna focalizzata sui temi della corretta alimentazione, con particolare riferimento alla tradizione, alla cultura e all’adozione della cd. Dieta Mediterranea. Organizzata dall’AMMI Foggia (Associazione mogli medici italiani, presieduta da Maria Teresa Vassalli), dal Rotary Club Lucera e dal Club per l’Unesco di Alberona (presieduti da Orfina Scrocco), Mediterranea si avvale della partnership dei Rotary Club di Foggia e della collaborazione scientifica dell’Università di Foggia, dell’Università di Firenze, del CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) e dell’Asl Foggia.
L’Università di Foggia prenderà parte all’intera tre giorni, mettendo a disposizione del dibattito che ne scaturirà la propria esperienza scientifica e didattica attraverso le testimonianze di alcuni docenti. Oltre ai saluti istituzionali affidati al Rettore prof. Maurizio Ricci (nella giornata inaugurale: vedi programma allegato) e al direttore del Dipartimento di Scienze agrarie, degli alimenti e dell’ambiente prof. Agostino Sevi (il giorno dopo: vedi programma allegato), sono previste le relazioni del prof. Giuseppe Cibelli (ordinario di Fisiologia al Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale) su “Corretta alimentazione dello sportivo: i benefici della dieta mediterranea” (venerdì 15 settembre, dalle 9,30 Sala del Tribunale di Palazzo Dogana, Foggia); e della prof.ssa Zina Flagella (ordinaria di Agronomia e coltivazioni erbacee al Dipartimento di Scienze agrarie, degli alimenti e dell’ambiente) sul “Confronto fra genotipi antichi e moderni di frumento in relazione alla composizione del glutine” (sabato 16 settembre, dalle 9,30 biblioteca convento San Pasquale, Lucera).
Durante la giornata conclusiva, domenica 17 settembre, la prof.ssa Maria Rosaria Corbo (associata di Microbiologia agraria al Dipartimento di Scienze agrarie, degli alimenti e dell’ambiente) illustrerà le caratteristiche del corso di laurea in Scienze gastronomiche, di cui è coordinatrice: un corso unico in Puglia, tra i pochissimi nel Mezzogiorno, in grado di assicurare agli studenti una preparazione di altissimo profilo. Successivamente (ore 13,30 circa, auditorium Vincenzo D’Alterio, Alberona) la prof.ssa Corbo, insieme a una commissione individuata per l’occasione, proclamerà il vincitore del concorso gastronomico “Piatto della Domenica: ricette del territorio tra tradizione e nutrizione”, che punta a valorizzare piatti realizzati con ingredienti legati al territorio e al recupero di usi e tradizioni locali.

«L’Università di Foggia porta volentieri la propria esperienza – argomenta la prof.ssa Milena Sinigaglia, Prorettore vicario dell’Università di Foggia e presidente del D.A.Re. Puglia – all’interno di una rassegna che si annuncia interessante, soprattutto per l’ambizione di affrontare un tema di stringente attualità come la qualità dell’alimentazione e, se posso aggiungere, la qualità dell’informazione alimentare. L’Università di Foggia, per volontà del prof. Cristoforo Pomara e del prof. Giovanni Messina, aveva già dedicato un’intera giornata dello scorso “Festival della Ricerca e dell’Innovazione” alla corretta alimentazione e ai sani stili di vita invitando tutti gli alunni delle scuole elementari ad ascoltare perché è così importante sapere cosa mangiamo e come lo facciamo. Adesso, all’interno di “Mediterranea Apulia Festival”, interveniamo come partner scientifico per esporre il nostro pensiero all’interno di una cornice più specifica, dedicata esclusivamente alla Dieta Mediterranea. Personalmente, da docente di Microbiologia, ritengo che tutte queste trasmissioni televisive e tutta questa inflazione di informazioni abbia ottenuto l’effetto contrario, ovvero quello di disorientare l’opinione pubblica su un tema delicatissimo come la qualità dell’alimentazione. La gente, invece, ha bisogno di informazioni scientifiche e dettagliate. Vuol sapere cosa fare per alimentarsi correttamente, vuol saperlo nel modo più consapevole possibile, in modo da prendere le decisioni più opportune a seconda del proprio stato di salute.

Ecco, in questa tre giorni porteremo la nostra esperienza scientifica all’interno di un quadro normativo e informativo che, personalmente, trovo abbastanza confuso». E di norme e tutele, in materia di sicurezza alimentare, parlerà l’On. Colomba Mongiello, vice presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo: il suo intervento è previsto nella mattinata di sabato 16 settembre, durante la sessione intitolata “Il grano: risorsa identitaria della Capitanata” (biblioteca comunale San Pasquale, Lucera).

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

IV prova Campionato Regionale Enduro

Articolo successivo

Droga e violenza: in manette un intero nucleo familiare