Home»Cultura e territorio»Fucacoste, che successo: turisti anche dal Giappone per assistere alla notte dei falò

Fucacoste, che successo: turisti anche dal Giappone per assistere alla notte dei falò

15mila persone arrivate da ogni angolo del Mondo per assistere allo spettacolo dei fuochi

Sono state circa 15mila le persone che, giovedì 1 novembre, sono giunte a Orsara di Puglia per partecipare ai Fucacoste e Cocce Priatorje, la notte dei fuochi e delle zucche, una delle feste popolari di Ognissanti più partecipate e luminose d’Italia. In paese, e nel raggio di 2-3 chilometri dai diversi ingressi del borgo, sono arrivati complessivamente 9 pullman organizzati, 120 camper e circa 4mila automobili (la maggior parte delle quali sistemate a distanza dal centro storico). Comitive e gruppi organizzati sono arrivati da Taranto, da tutto il Barese, con camperisti arrivati anche dalle regioni vicine. Più impegnativa del previsto, dunque, la sistemazione di equipaggi e automobili, soprattutto per quanto riguarda quelli arrivati dopo le ore 16. Più agevole, invece, la gestione logistica durante il mattino, quando sono arrivate nel borgo soprattutto le famiglie con bambini, per dare modo ai più piccoli di fare l’esperienza del laboratorio di intaglio.

IL POST DELLA TURISTA GIAPPONESE.
Un lungo post su facebook, per raccontare stupore e meraviglia nell’assistere al grande rito collettivo dei Fucacoste, è stato pubblicato da una donna giapponese. La turista, proveniente dal Paese del Sol Levante, è arrivata a Orsara di Puglia assieme a una nutrita comitiva di Vazap, il primo hub rurale italiano che mette insieme una rete di giovani agricoltori e di eccellenze produttive.

GATTA, A ORSARA LA PRIMA USCITA DA PRESIDENTE.
Assieme al sindaco di Orsara Tommaso Lecce e a molti altri sindaci dei Monti Dauni, Nicola Gatta ha scelto i Fucacoste per la sua prima uscita ufficiale da Presidente dell’ente Provincia di Foggia. Proprio sul binomio turismo-sviluppo delle aree interne punta forte il neo-presidente Gatta, visitatore attento e interessato del grande primo novembre orsarese. Accolti dal sindaco Lecce anche alcuni funzionari della Regione Puglia, arrivati a osservare il “fenomeno Fucacoste”.

SKY TG24 E TV 2000.
Tra i 15mila che hanno riempito strade, vicoli e piazze orsaresi c’erano anche i travel blogger e giornalisti arrivati da Liguria, Campania, Emilia Romagna e Lombardia per raccontare i riti di Ognissanti sui Monti Dauni. Quest’anno la notte più luminosa della Puglia è stata raccontata anche da Radio Monte Carlo, Sky Tg24 e TV 2000, la rete televisiva nazionale della Conferenza Episcopale Italiana. Il successo di falò e zucche ha unito il reale al virtuale: sui social, le immagini in diretta dei Fucacoste sono state protagoniste su Twitter, Facebook e Instagram raggiungendo migliaia di persone in tutto il mondo.

UNA GRANDE SQUADRA.
Per garantire che tutto si svolgesse nella massima sicurezza, hanno lavorato insieme oltre 100 persone tra forze dell’ordine, polizia municipale, dipendenti comunali e volontari. Instancabile è stato l’impegno delle guide turistiche, dell’equipe del laboratorio delle zucche e dei due info point. “Anche quest’anno è andato tutto bene, con gli eventi svolti in un clima di divertimento e condivisione, senza incidenti”, ha dichiarato soddisfatto il sindaco Tommaso Lecce. “Un ringraziamento va a tutte le persone che hanno contribuito, anche quest’anno, a fare dei Fucacoste l’evento più partecipato e atteso della provincia di Foggia. Grazie agli agenti di polizia municipale arrivati dagli altri paesi. Un ringraziamento al comandante dei carabinieri di Orsara Raffaele Romanelli, al colonnello del comando provinciale Marco Aquilio e al maggiore Alessio Calabrese”.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

La terra continua a tremare: lieve scossa di terremoto

Articolo successivo

Danneggiato irrimediabilmente il Trabucco di San Lorenzo