Home»Cultura e territorio»Foggia, ’Una pena più dolce…’: al via in carcere un progetto formativo in arte pasticcera

Foggia, ’Una pena più dolce…’: al via in carcere un progetto formativo in arte pasticcera

Pena "più dolce" per alcuni detenuti

Un laboratorio come scuola di mestiere e di vita, che possa far maturare competenze spendibili anche all’esterno. Questo l’obiettivo del progetto ‘Una pena più dolce…’, iniziato il 22 novembre presso l’Istituto Penitenziario di Foggia, per volontà del Centro Provinciale Istruzione Adulti CPIA1 di Foggia e dalla sua dirigente, Antonia Cavallone. “Il corso – spiega Luigi Talienti, tutor e motore del progetto – realizzato grazie al Decreto Ministeriale 663, art 13 ‘scuola in carcere’, è rivolto a 15 detenuti della casa circondariale di Foggia, che potranno acquisire le nozioni di base dell’arte pasticcera, grazie a un docente di eccezione, Claudio Zingaro, che ha partecipato a trasmissioni televisive di Rai 1 ed è impegnato in numerose attività di beneficenza”.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Rimossa la scritta "foggiano zappa la terra". L'assessore: "vorrei dirti che sei due volte idiota"

Articolo successivo

Marco Cappato a Foggia: "Aiutare DJ Fabo? Un dovere!"