Home»Cultura e territorio»Gallucce e Pedeje

Gallucce e Pedeje

Il pranzo di Ferragosto, nel territorio foggiano vuol dire solo una cosa: galluccio ripieno

Antica tradizione popolare foggiana imponeva che nel pranzo di Ferragosto non dovesse mancare il pollo giovane, anzi fino a qualche decennio fa, il pollo era di rito anche nella mattina del primo giorno di Agosto.

Ma col passare degli anni l’usanza è andata scemando, al punto che oggi sono rimasti pochi i tradizionalisti.

In proposito, si ritiene opportuno riportare il dialoghetto di due popolani, che si ascoltava sui marciapiedi cittadini: – Ce vuleve probbete sta santa jurnate pe farece truvà pe la strate; – eja luvere, da quanta tiempe ca nce vedemme; daddò vine? – n’u vite? So jut’accattà sti tre gallucce; a la femmine l’eja cuntantà; so jurne arrecurdevole; e po’ cumpà, ce stanne, pure li criature, li vuò fa scì l’uocchie da fore a sente l’addore ca vene da li case vicine? – aje raggione, ma jie nemm’i pozze accattà, sime assaje, quanta gallucce ce vurrinne? Vuò sapè che deje ca fazze? Agghie ditte a megghierema mia, accatte doje belle pedeje, mbutteniele bone bone e cu ragù cunzame i chianchette c’a ricotta tosta; è fatta na bona penzate; cumpà t’arrecuorde quann’ereme criature ca i gallucce se magnavene pure int’a jurnate i prime d’aguste? – cumpà, ne me facenne arrecurdà certi tiempe, quanne l’ajene jeve a dudece solde u chine; – state buone, e boni feste che tutte la famigghie.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Monteleone: il 13 agosto va in scena la sagra del caciocavallo, cicatijell e acc'

Articolo successivo

Fornitura di libri di testo per l’anno scolastico 2018/2019