Home»Cultura e territorio»42 giorni di stop al pesce fresco nell’Adriatico

42 giorni di stop al pesce fresco nell’Adriatico

Da oggi, fino al 23 settembre, è stato annunciato il fermo biologico per le acque dell'Adriatico

Da oggi, fino al 23 settembre, è stato annunciato il fermo biologico per le acque dell’Adriatico

A partire dalla giornata di oggi, fino al prossimo 23 settembre, niente pesce fresco sulle nostre tavole.

La Coldiretti Impresapesca, infatti, ha annunciato un blocco delle attività di pesca nei tratti di costa da San Benedetto a Termoli e tra Manfredonia e Bari che durerà per 42 giorni consecutivi.

Il fermo biologico segue quello già scattato il 30 luglio scorso da Trieste ad Ancona che rimarrà in vigore fino al 9 settembre.

“Il blocco delle attività della flotta da pesca italiana in tutto l’Adriatico, per cui chiediamo da tempo una radicale modifica, ha determinato in Puglia un crollo della produzione, la perdita di oltre 1/3 delle imprese e di 18.000 posti di lavoro, con un contestuale aumento delle importazioni dal 27% al 33%“, denuncia il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, sottolineando che il fermo biologico non risponde più da tempo alle esigenze della sostenibilità delle principali specie target della pesca nazionale e alimenta la concorrenza straniera sleale estera.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Grandi nomi per i festeggiamenti di Carpino

Articolo successivo

Sequestrati oltre 500mila euro per danno erarale