Home»Cultura e territorio»Cantina in Festa, la gioia delle giornate contadine ad Incoronata

Cantina in Festa, la gioia delle giornate contadine ad Incoronata

Più di 2mila persone hanno partecipato al fine settimana di eventi nel Borgo Luca Scapola: “Foggia e le sue borgate sono un patrimonio più unico che raro”

Più di 2mila persone, tra sabato 5 e domenica 6 novembre, hanno partecipato a Cantina in Festa, a Borgo Incoronata, evento che ha celebrato i 10 anni dell’azienda vinicola Borgo Turrito con lo spettacolo di musica e danze popolari dei Terraross e poi, ancora, con degustazioni, laboratori ludico-didattici e visite alla cantina. “E’ stata una grande e meravigliosa festa popolare, intergenerazionale, con la partecipazione di giovani, famiglie, bambini e adulti di ogni età”, ha spiegato Luca Scapola. “Chi ha partecipato alle iniziative è andato via col sorriso sulle labbra, e questo è un motivo di grande soddisfazione per noi”, ha aggiunto il titolare di Borgo Turrito. “Voglio ringraziare chi aveva già partecipato alle scorse edizioni ed è voluto tornare, e ringrazio chi è venuto per la prima volta”. Il servizio offerto dall’AIS, l’Associazione Italiana Sommelier sezione di Foggia, è stato eccellente. I Terraross hanno coinvolto centinaia di persone di tutte le età in canti e balli. L’organizzazione dei Supermercati La Prima, che hanno gestito le attività ludico-didattiche, è stata impeccabile. I bambini si sono divertiti, hanno imparato nuove cose, e le famiglie, molte delle quali con nonne e nonni al seguito, si sono godute una giornata da vivere insieme, all’aria aperta, con la gioia di poter assaporare i gusti della loro terra e di andarne fieri. “Era esattamente questo il nostro obiettivo: vivere un’esperienza che ci faccia essere orgogliosi della nostra tradizione contadina e della sua evoluzione”, ha spiegato Scapola. “La campagna foggiana, le borgate di Foggia e lo stessa città capoluogo rappresentano un patrimonio culturale straordinario, più unico che raro, ricco di una storia e una cultura contadine che significano natura, architettura, arte, socialità. Dobbiamo essere orgogliosi di tutto questo. E’ necessario salvaguardare quel patrimonio, condividerlo, farlo conoscere e renderlo un valore aggiunto per lo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro territorio”.  Borgo Incoronata è una delle borgate storiche di Foggia. Fu ideata e realizzata ai tempi del fascismo, con l’intenzione di creare una “cittadella agricola” dotata di tutti i servizi. Tra le borgate fondate a quello scopo nei dintorni di Foggia, l’Incoronata è forse quella che ha conservato meglio la propria identità e vitalità. Sorge nel cuore dell’omonimo Parco Regionale, che ha nel bosco e nel Santuario consacrato alla “Madonna nera” due veri e propri gioielli. Borgo Incoronata mette insieme tutti questi elementi e qualcosa di più. Quel qualcosa in più sono i suoi prodotti, i vigneti, gli uliveti, i campi coltivati a ortaggi e frutta. “Foggia è una città e una provincia che devono credere di più nelle potenzialità eccezionali di questa terra e della sua gente. Se giochiamo di squadra, possiamo fare di Foggia una scommessa vincente”, ha concluso Scapola.

 

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Omaggio a Di Vittorio, Cerignola e Foggia rispondono alla grande

Articolo successivo

In arrivo la seconda edizione di "Migliorarsi è Felicità-Wedding"

Nessun commento

Lascia un commento