Home»Cultura e territorio»I Bambini dell’istituto Alfieri-Garibaldi rendono omaggio al “viaggiatore” di Scarinzi

I Bambini dell’istituto Alfieri-Garibaldi rendono omaggio al “viaggiatore” di Scarinzi

L'omaggio da parte degli alunni dell'istituto comprensivo Alfieri-Garibaldi

Per un popolo la memoria storica è fondamentale, perché rappresenta la radice sulla quale innestare il proprio essere oggi e nel futuro, con gli inequivocabili tratti di civiltà.
Per questo il Monumento “Ritorno a Casa”, detto anche dalla gente “Il Viaggiatore” o “L’Emigrante”, dello scultore Leonardo Scarinzi, che ricorda che una consistente fetta di foggiani è emigrata all’estero o nelle nostre città del Nord (col sogno di ritornare un giorno) è di grande importanza per la nostra città.
Doveva diventare, dopo che è stata promossa la sua collocazione, su proposta del Rotary Club Distretto di Foggia, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, un monumento da ammirare, rispettare, e, invece, il suo immaginario ritorno a Foggia è stato costellato da una serie di atti vandalici, che hanno costretto l’autore della scultura al suo continuo restauro. La tenacia di Scarinzi, che mai si lascia scoraggiare dall’inciviltà di alcuni foggiani, e che mai demorde, dovrebbe essere da esempio per tutti i cittadini di Foggia e provincia che vogliono una città più vivibile, più civile, più attenta alla sua memoria storica.
Per sottolineare l’importanza del fenomeno dell’emigrazione per la nostra storia e per mettere in evidenza i processi di costruzione di un’opera d’arte, più volte danneggiata, lo scultore Scaranzi, docente dell’Accademia delle Belle Arti di Bologna e di Foggia, si è incontrato più volte con i ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Alfieri-Garibaldi”, trovando in essi dei soggetti vivamente interessati.
Per i motivi su elencati e per altri non elencati, che per problemi di spazio sono rimasti sottesi, Mercoledì 31 maggio alle ore 18.00, nella Piazza della Stazione, ci sarà una manifestazione di grande importanza pedagogica e civile per gli abitanti della nostra città. Durante il Concerto di Canti, relativi alle emigrazioni italiane, del Gruppo Folk “Alfieri-Garibaldi”, parleranno del fenomeno dell’Emigrazione e del Monumento all’emigrante “Ritorno a casa”, detto “Il Viaggiatore”, la Preside del’Istituto Comprensivo la dott.ssa Fulvia Ruggiero, lo scultore dell’opera Leonardo Scarinzi, il Presidente del Rotary Club Distretto di Foggia, avv. Giulio Treggiari, la cui Associazione volle il monumento in Stazione, la dott.ssa Claudia Lioia, a rappresentanza del Progetto Città Educativa dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione di Foggia, presente anche a nome dell’Amministrazione Comunale di Foggia, che ha sostenuto ed appoggiato l’importante iniziativa. La manifestazione si concluderà con gli interventi dei due assessori della nostra scuola, eletti democraticamente nel Progetto Città Educativa, già da molti anni felicemente riproposto. Al momento il Monumento è in fase di restauro, ad opera dello stesso Scarinzi, a Faeto e sarà ricollocato al suo posto, probabilmente, per agosto.
Insegnanti che hanno collaborato al Progetto: Angelo Capozzi, Angela Gabriele, Grazia Pinto, Rita Gitto, Pina Gioia, Francesca Loca, Gabriella Stranieri, Carmen Lancianese, Gina Soragnese, Maria Lorusso, Angelina Russo, Elena Balestrucci, Ada Dicroce.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Stroppa: "Il rinnovo di contratto è motivo di orgoglio"

Articolo successivo

Manfredonia, eseguiti due ordini di esecuzione pena

Nessun commento

Lascia un commento