Home»Cultura e territorio»Ateneo di Foggia, il migliore in Puglia nella classifica del Sole24Ore

Ateneo di Foggia, il migliore in Puglia nella classifica del Sole24Ore

Al trentunesimo posto, con un balzo di cinque posti nella classifica annuale, l’Università degli Studi di Foggia è stata riconosciuta come migliore ateneo pugliese

Come ormai da tradizione, il Sole24Ore ogni anno è solito stilare una classifica dei migliori atenei italiani, non senza polemiche. Un’università basa il suo operato su due principi, che corrispondono alla didattica ed al suo lavoro nel campo della ricerca. Il Sole24Ore, a tal proposito, ha sviluppato una scala di valutazione basata su dodici indicatori volti a creare misure di quelle che sono le sinergie tra questi due valori: il risultato è una graduatoria dove sono inseriti gli atenei di tutto lo stivale, alla quale si da un valore statistico tanto rilevante da essere punto di riferimento per premi ed onorificenze.

Al trentunesimo posto, con un balzo di cinque posti nella classifica annuale, l’Università degli Studi di Foggia è stata riconosciuta come migliore ateneo pugliese. Nonostante il pesante distacco dai centri studi del Nord Italia, è un grande onore, soprattutto se raffrontato con la storia dell’ateneo in questione.

Relegato anni fa al cinquantunesimo posto e segnato dallo scandalo “Parentopoli”, l’ateneo foggiano ha passato anni investendo nella qualità dei servizi offerti, ottenendo ottimi risultati nei termini delle borse di studio e degli stage offerti, che l’hanno portato a scalare costantemente la classifica senza aver intenzione di arrestare la sua avanzata.

Pertanto, come bandiera accademica pugliese, l’istituto di via Gramsci ha avuto modo di vincere pochi giorni fa il bando denominato Smart in Puglia – Community Library. Un progetto voluto dalla regione Puglia su proposta dell’assessorato all’industria turistica che porta all’investimento di un fondo complessivo di 1.6 milioni di euro in biblioteche.

Ha così inizio il progetto O.A.S.I. (Biblioteche Open Access e Sistemi Informativi), i cui passaggi chiave prevedono la realizzazione di una biblioteca con 116 posti per la lettura in via Marina Mazzei, in corrispondenza dell’Ex Palestra Gil e ristrutturazione della struttura con l’allestimento di strutture per gli utenti con disabilità visive; l’allestimento di una biblioteca-giardino in via Fuiani e miglioramenti oltre che ampiamenti di strutture pre-esistenti.

Un bando vinto grazie ad un progetto ambizioso che non può che premiare la gestione intraprendente e proficua dell’Università di Foggia, oltre che la speranza che il moto ascendente intrapreso da questo ateneo lo porti ad una crescita continua.

Fonte: puglia.com

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
3
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Al via la IX edizione di Musica Civica a Foggia

Articolo successivo

Foggia, Tarolli nel mirino dell'Udinese